Calipso di nuovo nella stanza

Sono tornata nella mia stanza.
Stessa melanconica luce autunnale, stesso profumo di vaniglia e cannella, stesse pile sblilenche di libri, stessi polsini e orecchini raffazzonati ovunque alla bene e meglio, stessi poster di gruppi punk e rock appartenenti a una generazione che no, non è la mia, stesso ammasso di cartoline dal mondo sparse  per tutta la stanza, sempre presenti, per non smettere mai di sognare di essere altrove a ogni movimento della testa. In più ci sono solo il mio Jansport e qualche valigia in attesa di essere riempita.
E stavolta andrò altrove. Non così lontano come nelle mie cartoline, ma abbastanza lontano da lasciarmi il Burundi abbondantemente alle spalle.
Non ho mai vissuto così lontano da casa, anche all’Università, era un Burundi più cittadino, ma sempre di Burundi si trattava. E non è che sto andando nel Klondike per vendere la mia miniera d’oro, sto andando a stare da mio zio per fare uno stupido stage. Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per me.

Un passaggio lampo dalla stanza, quindi, neanche il tempo di levarmi lo zaino dalle spalle che dovrò riempirlo di nuovo e riprendere l’ennesimo treno di questo mese, sono come Jack Keruac e Bruce Chatwin, sempre in viaggio con la Moleskine in saccoccia. Non fosse che neanche nella più tormentata delle loro pagine, probabilmente possono aver immaginato cosa sia viaggiare con Trenitalia da Roma in giù.
Dico solo questo: sono uscita da casa di zio alle 9.00, sono arrivata a casa alle 20.00. Se fossi andata in America forse ci avrei messo di meno.
E ora mi butto a letto che non ho neanche la forza per pigiare i tasti.

Annunci

30 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. meo..... laura
    Mag 12, 2013 @ 19:32:47

    notte calipso………….meo

    Rispondi

  2. in fondo al cuore
    Mag 12, 2013 @ 19:35:25

    serena notte! 🙂

    Rispondi

  3. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Mag 12, 2013 @ 19:51:37

    notte tesoro!

    Rispondi

  4. E.
    Mag 12, 2013 @ 19:56:40

    Buonanotte e un bacione!!
    E malediciamo tutti insieme trenitalia (ne so qualcosa… sono scesa con 38.8 dal treno grazie al loro clima pieno di germi…)

    Rispondi

  5. pietrochag
    Mag 12, 2013 @ 20:04:34

    E’ l’Italia che lavora! (sigh) Serena notte Calipso.

    Rispondi

  6. DeathEndorphin
    Mag 12, 2013 @ 20:45:23

    Buonanotte =)
    Li conosco bene i treni diretti verso sud…..

    Rispondi

  7. Ian Saiin
    Mag 12, 2013 @ 20:49:23

    “Se uno non ha mai viaggiato in carrozza per sperdute strade di campagna, è inutile che glielo racconti: comunque non capirebbe. E a chi ci ha viaggiato, non voglio ricordarlo.” Questo era Bulgakov, Appunti di un giovane medico. 😉

    Rispondi

  8. lucasette
    Mag 13, 2013 @ 06:30:50

    Letto e annusato…fa odore di treno.

    Rispondi

  9. alexiel80
    Mag 13, 2013 @ 07:19:12

    Trenitalia -___- per il resto buona preparazione di valigie 😀

    Rispondi

  10. Martina
    Mag 13, 2013 @ 09:41:45

    VAI CALIPSO!!!!!! VAIIIII!!!! Io tifo per te…Ma sai cosa vuol dire la possibilità di stare a Roma? Il mondo si ribalta!!!!

    Rispondi

  11. Valentina Luberto
    Mag 13, 2013 @ 11:05:54

    Ciao Cali,
    non pensare più al Burundi per un po’, adesso riempi i pensieri solo di progetti e cose da FARE a Roma. Perché il FARE, mia cara Cali, spesso è una gran medicina rispetto al pensare :/
    Tifo per te, lo sai 🙂

    ps: poi sono anche egoisticamente contenta che tu stia a Roma così potremo conoscerci!
    Baci

    Rispondi

  12. Calipso la Liberidea
    Mag 13, 2013 @ 11:26:57

    E ne ho millemila di cosa da fare fidati solo che mi spaventano grandemente e non so bene come riuscirci…
    Cmq 20 giorni passano veloci in un batter di ciglia sarà nuvamente nella capitale 😉

    Rispondi

  13. manutheartist
    Mag 13, 2013 @ 11:31:40

    Evviva!
    Io faccio sinceramente il tifo per te, vedrai che sarà una splendida nuova avventura!
    Sono contenta che hai accettato. Ora ci saranno un sacco di nuove cose da fare, persone da conoscere, occasioni da vivere, mansioni da accettare, scadenze da rispettare, ma caspita, è un grande passo per te, una ventata di freschezza!
    E poi sta per arrivare la bella stagione – o almeno credo – quindi proprio senza paura, vivila tutta e vivila al massimo!
    Un abbraccio virtuale ;*

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 13, 2013 @ 13:09:34

      Spero di farcela e comunque sono intenzionata a farlo. Ka affronto con meno dubbi rispetto alle altre occasioni non so se è ancora presto per il nervosismo o cosa, am per ora lo leggo come un buon auspicio

      Rispondi

  14. lajulz
    Mag 13, 2013 @ 11:59:04

    Buongiorno 🙂
    Dormito bene??

    Rispondi

  15. Mohawk
    Mag 13, 2013 @ 21:49:39

    Aaaaahhhhh! Un giorno intero senza post di Calipso! Tutto bene?

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: