Lista dei pro e dei contro

In pratica è tutto il giorno che penso solo allo stage che mi hanno offerto e se è o meno il caso di accettarlo. E anche che scappo e fuggo per non prendermi l’ennesima caterratta d’acqua che il cielo vomita su Roma.
Piccolo interludio: ma qualcuno non disse che a Roma c’è sempre il sole? Perchè posso assicurarvi che no, non c’è sole, ‘ndo cazzo è andato non lo so, ma non c’è.

Ho riempito un quadernino di LISTE DEI PRO E DEI CONTRO per far ordine nei pensieri – sì, avrete notato che i miei pensieri si ordinano se li scrivo, per magia-, e aiutarmi a decidere se è o meno il caso di accettare lo stage che mi hanno proposto.
Premesso che non so ancora quale sia la decisione giusta nè se esiste una decisione giusta, credo comuque di aver saputo da subito qual è la decisione che prenderò, ma non la rivelerò fin quando non sarà definitiva.
PRO:

  1. E’ un lavoro da segretaria e da sportello, non troppo difficile e impegnativo quanto basta, in un ambulatorio medico privato rinomato, il che fa anche curriculum;
  2. Mi consentirebbe di cominciare qualcosa anche se precaria e anche se a tempo determinato, ma potrebbe incanalarmi verso altre possibilità lavorative;
  3. Uscirei dalla mia stanza e dall’odiato Burundi;
  4. Non dovrei trovare un posto di lavoro in estate nel Burundi e che comunque non saprei dovre/come cercare;
  5. Non risolverei il problema delle esose tasse arretrate universitarie da pagare, ma potrei quantomeno dare una parte a mia madre;
  6. Potrebbe sbloccarmi all’università;
  7. Potrebbe sbloccare la mia vita;
  8. Vivrei a Roma (!!!);
  9. Vivrei pochetto di più di quel che non faccio nel Burundi;
  10. Farei un qualche tipo di esperienza.

CONTRO:

  1. Sarebbe uno stage, quindi durerebbe al massimo 5 o 6 mesi e poi sarei scoperta;
  2. La paga è minima e non bastevole per vivere a Roma, quindi avrei bisogno comunque di un aiuto da parte di mia madre o dovrei trovare se riesco qualcosa per arrotondare;
  3. Dovrei trovare al più presto una singola a Roma a poco prezzo che stare qui dai miei zii è abbastanz ascomodo e lontano;
  4. Non ho idea di come continuare a scrivere la tesi e se riesco a farlo lontano dall’università.

Devo dare la risposta domani o dopodomani.
Come si fa a farela scelta giusta?

Annunci

56 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Hasegawa Kooji
    Mag 07, 2013 @ 15:33:42

    prendilo, certe occasioni non sono così facili da trovare… è pur sempre un inizio, a prescindere dalla difficoltà che puoi incontrare
    se continui a pensare a cosa tipo “dura poco”, non inizierai mai
    tra l’altro il periodo non ci consente di fare gli snob

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 07, 2013 @ 15:41:43

      Lo so, infatti io non sono schizzinosa, è lo stesso discorso che ti feci in risposta a uno dei tuoi post su un’offerta che avevi avuto:il periodo èquello che è e non posso pretendere molto.Il problema è che mi devi mantenere lontana da casa, perchè un conto e farlo a casa propria, un altro se sei sola e devi gestire e pagare tutto tu, potrei non farcela.

      Rispondi

  2. alexiel80
    Mag 07, 2013 @ 15:37:29

    La scelta giusta non esiste. Sai quale sarebbe la paga e la durata effettiva? potresti stare un mesetto dai tuoi zii? il fattore distanza temo sia relativo perchè se tenti di abbattere il costo dell’affitto probabilmente potrebbe essere distante cmq senza contare che in una città così grande i tempi di spostamento son comunque ampi. Il problema maggiore, per come la vedo io sarebbe trovare un lavoretto in più per arrotondare e integrare. Quanto al discorso tesi…beh…alla peggio sei ferma comunque (brutto forse da dire ma a livello pratico questo è). Mmmm io sarei per l’accettare (a meno che veramente nn sia un compenso ridicolo) sia perchè fa curriculum sia perchè cmq potenzialmente ti da una possibilità (io il mio primo contratto l’ho ricavato proprio da uno stage)

    Rispondi

  3. Calipso la Liberidea
    Mag 07, 2013 @ 15:44:22

    S’, Ale,potrei stare dai miei zii ma è tremendamente scomodo e lontano (considera che sono a Ciampino, non a Roma). E io voglio star eil più serena possibile, qui non lo sono…
    Per il resto gli orari non li so ancora ma difficilemte posso trovare altro anche eprchè se ti fanno un contratto non te lo faranno altri. Sarei allo sbando,la paga sarebbe “sui 500 euro” e che fai con 500 euro? Una stanza al minimo mi costa 300 e poi?

    Rispondi

  4. Punto e virgola G.
    Mag 07, 2013 @ 15:44:25

    Se la paga non è una presa per il culo, e se riesci a trovare un modo per mantenerti… allora accetta.
    Però ricorda che, secondo me, la cosa più importante ora è la laurea, al momento.

    Ps. Fino a quando stai a Roma?

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 07, 2013 @ 15:46:39

      Eh la laurea è un altro problema ma potrei scrivere la tesi da lontano e questa potrebbe essere un’occasione….
      La paga è di 500 euro, davvero irrisoria, ho il terrore di non farcela, anche se mia madre mi dà qualcosa, ma poco …
      Non lo so, se accetto resto parecchio sennò vado via tra qualche giorno credo…

      Rispondi

      • Punto e virgola G.
        Mag 07, 2013 @ 15:52:20

        Beh 500 euro per uno stage è ok, no?
        Se vai più in periferia una stanza sui 250-300 euro al mese direi che la trovi… però poi è da mettere in conto quello che pagheresti per il trasporto. Con 200E per il cibo al mese direi che ci campi bene, no?
        E se la tesi riesci a scriverla anche a distanza… ancora meglio…

      • Calipso la Liberidea
        Mag 07, 2013 @ 16:05:38

        E le bollette? tra affitto e bollette se ne vanno i 500 euro e non so se il trasporto vi rientra… certo mia madre mi darebbe 100,200 euro al mese? ce la farei a stento e non metterei nietne da parte, eppure non posso stare a Ciampino troppo lontano….cmq, te sei di roma giusto? Se sai di una qualche stanza in affitto a prezzo stracciato segnala eh 😉

      • Punto e virgola G.
        Mag 07, 2013 @ 17:11:32

        Si, il mio calcolo contava il tutto: se riesci a trovare una stanza + bollette a 350-400 ti avanzano 150-100 euro… se aggiungi 100-200 di tua madre per il vitto stai più che ok.
        Il problema del non aver nulla da mettere da parte… beh è ovvio che questo lavoro sarebbe più per fare esperienza e cercare di smuoverti, più che raccimolare qualche soldino… altrimenti è assolutamente controproducente, in effetti.

        Se sento di qualcosa di avviso… anche se qui in zona mia, una singola per studente/lavoratore sta sui 600 e passa…

  5. maga
    Mag 07, 2013 @ 15:53:40

    I pro vincono? 🙂
    Le occasioni… cogliele, il massimo che può succedere è non essere positivo… ma piuttosto di perderla, carpe diem! Lo stage non ti lega come un contratto, quindi se andrà male (ma non credo, da quanto racconti) potrai interromperlo senza problemi, chissà mai che possa nascere qualcosa da lì. E poi… potrebbero nascere altre occasioni e stare tra le persone è sempre utile per confrontarsi e crescere! (oltre a odiarle o amarle :-P)

    Rispondi

  6. Mohawk
    Mag 07, 2013 @ 15:57:30

    Accetta e sfrutta gli zii il più possibile se a loro va almeno un po’ bene.
    Concordo con Alexiel, le distanze in città sono molto relative.

    Voglio essere brutale: non puoi continuare a dire che vuoi cambiare vita ed andartene dal Burundi e poi non sfruttare l’unica occasione vera che ti è capitata.
    Dura solo 6 mesi? E chissenefrega, in 6 mesi possono succedere tante cose, male che vada a casa ci torni dopo.

    Voglio essere ancora più brutale: se non accetti poi non puoi più lamentarti con noi tuoi lettori, staremmo tutti per almeno 6 mesi a farti rimpiangere la scelta 🙂

    Ci vuole tanto coraggio, lo so.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 07, 2013 @ 16:09:44

      ahahahahha ommioddio mi sa proprio che bisogna accettare allora 😉 I miei zii sono tranquilli, ma stare qui è dura davvero, è un’altra città nn la stessa e non ho un mezzo proprio, dovrei cambiare treno pullman e metropolitana, starei sempre in ritardo… è un caos…
      Io voglio cambiare vita e cogliere le occasioni, sennò non starei qua, ma devi anche considerare le bollette!

      Rispondi

      • Mohawk
        Mag 07, 2013 @ 16:22:37

        Per non stare sempre in ritardo basta partire prima! 😉

        E poi oggi sono tanti i romani che vivono fuori città e lavorano in centro.
        E comunque sarebbe solo per iniziare, poi potresti trovare un posto più comodo, carino, economico e con un vicino di casa bellissimo!

      • Calipso la Liberidea
        Mag 07, 2013 @ 16:44:49

        AH be’ allora se c’è il vicono dic asa bellissimo accetto! Tutto questi problemi che mi facevo, inutili…:P
        Ma lavorano fuori e hanno una cosa chiamata automobile, l’avesi anche io no problema ma non ce l’ho… Be’ si potrebbe pensare di appoggiarmi a zio tipo per un mesetto e poi trovare qualcosa,..

      • Mohawk
        Mag 07, 2013 @ 17:41:23

        Se i tuoi zii stanno a Ciampino potresti prendere l’aereo, no?

      • Calipso la Liberidea
        Mag 08, 2013 @ 08:58:27

        L’aero, certo certo anzi l’elicottero proprio, come una diva del cinema… Comunque l’areoporto sta a un tiro di schioppo da qui in effetti è questi più vicino della stazione :p

  7. pietrochag
    Mag 07, 2013 @ 16:09:21

    Prova a dare risposte a questa lista:

    Cosa voglio ottenere da questo contratto?
    (scrivi tutto ciò che ti viene in mente. Anche cento riposte. Poi rileggile con calma, e dai un voto da zero a dieci alle tue risposte)

    Quanto sono disposta a ‘pagare’ pur di fare questo corso?
    (ogni scelta ha un costo, economico, affettivo, di crescita, di disagio, in rinunce, scrivi quanto sei disposta a ‘pagare’.)

    Se i costi di accettare sono superiori a quanto ti aspetti, non farlo. Se i costi sono inferiori, fallo, ma sappi che il prezzo lo dovrai comunque pagare. Il prezzo può essere quello di dover chiedere aiuto a tua madre, oppure di ‘inventarti’ qualcosa,o anche di continuare a sopportare di stare dove sei, alzandoti magari alle cinque del mattino per andare a lavorare. A volte, farsi un po’ di conti in questi termini aiuta. Ciao

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 07, 2013 @ 16:24:11

      Ma vedi io sono disposta a fare tutti i sacrifici del mondo e a pagare tutti i prezzi del mondo, il problema è che non so se posso farlo. Se non c’è un treno alle 5 della mattina come vado? Io mi ci alzo, io sto da zio e faccio settantamila sacrifici ma se non c’è che faccio? Non dipende tutto da me.
      Comunque grazie per il tuo consiglio, domani mi metto e lo faccio 😉

      Rispondi

      • pietrochag
        Mag 07, 2013 @ 16:42:01

        Hai detto una cosa giusta, ‘non dipende tutto da me’.
        Infatti è proprio così. Non dipende tutto da te, ci sono anche altri, e non tu tti e non sempre remano contro. A volte arrivano aiuti che non sai spiegarti, ma arrivano. Disponiti ad accettarli.. 🙂

      • Calipso la Liberidea
        Mag 07, 2013 @ 16:49:07

        Parli dei miei zii e dell’appoggio loro?

  8. pietrochag
    Mag 07, 2013 @ 18:31:46

    Parlo di loro ma non solo. Parlo di cose che accadono. Incontrare una persona che ti da una mano, di un ‘caso’ che ti porta una soluzione, di un evento che cambia le cose, di perdere un treno che arriva in ritardo e che ti da la possibilità di salirci in un altro modo. Facciamo affidamento sempre e solo su ciò che ci è noto, ma non teniamo mai conto che il mondo è fluido e che è sempre in movimento. Se andiamo con serena convinzione incontro a qualcosa, tutto fluisce per realizzare quella cosa. Gli ostacoli ci saranno, ma potranno essere superati tenendo conto che non si è mai soli. Vivere con una certa umiltà, non bacchettona, porta le cose a venirci incontro nel momento stesso in cui noi ci muoviamo verso di esse. Potrà sembrati insolito, non vero, ma accade proprio così. Nel momento stesso che tu hai chiara una meta, si costruisce il percorso da fare. Come dicevo prima, non si può avere senza dare, e quindi paghi un prezzo, un sacrificio, perché il nostro mondo funziona in questo modo. Se prendi e non dai, prima o poi non avrai nulla nemmeno per te stessa, perché le cose vanno dove c’è movimento. Sono convinto che se inizia a muoverti nella direzione che sceglierai, troverai l’aiuto necessario per portare a termine il tuo compito. Ma non devi mai cedere allo sconforto e alle eventuali sconfitte. Se qualcuno ti da qualcosa, tu dai qualcosa. Quel qualcosa da dare può essere anche la realizzazione di quanto vuoi, perché se realizzi, se porti a termine qualcosa, non lo farai mai solo per te stessa. Se tu prenderai la laurea, non lo farai solo per te stessa, ma per l’intero mondo, oltre che per tutti quelli che ti hanno aiutata materialmente. C’è una sinergia nel mondo, piuttosto sottile, lo so, e non sempre riusciamo a notarla, ma sono convinto che sai di cosa sto parlando. Ti sarà capitato di desiderare qualcosa, e dopo qualche tempo, ecco che qualcuno te la regala, oppure ti trovi in tasca i soldi per comprartela. Hai già raggiunto altri obiettivi nella tua vita. Questo è un’altro obiettivo. Potrà sembrarti più grande, più importante di altri, più difficile, ma non lo è, è sempre un puro e semplice obiettivo. Questo modo di pensare non ci è molto noto, ma fa parte dell’umanità. Chi ha agito in questo modo, ha raggiunto sempre i proprio obiettivi, e quando non ci è riuscito, ha fatto qualcosa di ancora più grande. L’importante è accettare il viaggio, coscienti del prezzo da pagare.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 08, 2013 @ 09:00:56

      Sai chi i ricordi? I grandi maghi e stregono che dicono sempre che se usi la magia c’è sempre un prezzo da pagare in cambio, che non puoi avere niente per niente, soprattutto se è una cosa bella :p
      Insomma devo smuovere le acque per permettere alle acque di raggiungermi,come una reazione a catena?
      Mi sa che hai ragione. Sono stata troppo ferma, devo agire e questo è un buon primo passo.Forse.

      Rispondi

  9. Valentina Luberto
    Mag 07, 2013 @ 19:48:05

    Accetta, Cali! magari parlane con i tuoi zii e fai il primo mese da loro risparmando il più possibile, così metti da parte i soldi per la caparra per la stanza (perché solitamente devi pagare il mese in corso + uno o due mesi anticipati, ma potresti anche parlare con chi ti affitta la camera e chiedere di venirti incontro). Per i mezzi fai l’abbonamento mesile che risparmi e poi cerchi un call center magari per il fine settimana). Insomma, pensaci bene prima di rifiutare.
    Io direi che vale la pena accettare, il fatto che siano sei mesi è un bene perché ti permette di valutare anche nel caso tu non dovessi trovarti bene, impari qualcosa di pratico, quindi, anche in futuro avresti qualcosa che sai fare e magari questi 6 mesi stacchi e trovi la carica per l’università 😀
    Poi, se c’è un posto in più, segnalami e andiamo a vivere insieme 😀
    Vai Cali, tifo per te!!! ACCETTA!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 08, 2013 @ 08:56:38

      Sì infatti ci sono solo note positive nel senso che sarà difficile per carità, e dovrò adeguarmi a stare qui dai miei zii all’inizio sennò non posso farcela, ma è un’opportunità, fa esperienza e fa curriculum, e poi quiello che può succedere dopo è tutto o niente, ma non posso lasciarmela sfuggire per far cosa? Anche perchèè avrei dovuto cercare per l’estate un lavoretto ne burundi e a apaarte che ci sto male , mi avrebbero sfruttato per due lire e per un lavoro umile come ho già fatto in altre occasioni.

      Rispondi

  10. E.
    Mag 07, 2013 @ 19:57:28

    Accetta!!! Ha ragione Valentina, prova a fare il primo mese dai tuoi zii in modo da risparmiare qualcosina. Dì di sì, è un’occasione per spezzare la solita routine e sbloccarti!Sei mesi sono importanti, danno svolte inaspettate, e tu hai bisogno adesso di cambiamento. Potrebbe aiutarti anche con la tesi e l’università. Cambiare la routine fa cambiare le prospettive. Accetta!!!!!!! 😀

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 08, 2013 @ 08:48:16

      E’ questo il punto: anche se devo essere ins ede per risolvere il casino con le tasse universitarie,non posso certo fossilizzarmi in eterno, e poi sono comunque bloccata con la tesi almeno così potrei sbloccarmi. Potrei… 😉

      Rispondi

  11. Martina
    Mag 07, 2013 @ 20:31:07

    Calipso hai solo una risposta…Ed é Roma!!!!!! VAIIIIII! che sta cambiando tutto!!!!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 08, 2013 @ 08:44:56

      STa cambiando qualcosa di certo negli ultimi mesi ho difficilmente avuto tregua quando nel bene, quando nel nel male,ma in entrambi i casi è meglio della staticità del niente, credimi. Che questo blog sia magico :O?!;)

      Rispondi

  12. DeathEndorphin
    Mag 07, 2013 @ 22:25:45

    Ma che stai aspettando ad accettare???
    Non vorrai mica tornare nel Burundi? =P
    Vero che sono solo sei mesi, ma a me pare che i pro che hai elencato scavalchino nettamente tutti i contro. Potrebbe essere la svolta dela tua vita. E tu vuoi lasciartela scappare così di mano??
    E poi vuoi mettere Roma VS il Burundi?
    E pensa che hai anche il vantaggio di avere i tuoi zii da cui poterti appoggiare almeno all’inizio!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 08, 2013 @ 08:43:17

      Lo so lo so, so che devo accettare, so che ci sono delle occasioni che stanno lì e sono un varco o prendi la strada giusta o t’attacchi, ma so anche che combino un sacco di guai io e che potrebbe risolversi in tragedia, ma non mi smebra lo stesso una buona ragione per non provare, giusto?;)

      Rispondi

  13. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Mag 08, 2013 @ 06:22:10

    Accetta… e rimasi dagli zii almeno fino al primo stipendo…
    forza… che le acque si stanno muovendo!
    baci

    Rispondi

  14. manutheartist
    Mag 08, 2013 @ 09:56:41

    Accetta!!!
    Capisco i contro, ma i pro sono decisamente migliori!
    In tempi come questi è un’occasione d’oro, pazienza per i contro, davvero, la paga è sicuramente bassa considerato il costo della vita a Roma, ma non devi nemmeno fare un lavoro durissimo e pesante!
    E poi daresti quella svolta alla tua vita che aspetti, per staccarti dal tuo paese d’origine, e da tutta una serie di situazioni negative che mi sembra quel luogo ti mettano addosso.

    La tesi è un “non problema”. Se eri motivata a farla, l’avresti già fatta, ma eri come ‘bloccata’, giusto? Bene, questo stage ti sbloccherà anche su quel piano, vedrai, perché sarai più concentrata a fare e a muoverti giorno dopo giorno, e piano piano si sbloccherà anche la tesi, ne sono sicura!

    Abbi coraggio e fiducia nelle tue capacità, è l’occasione che ti mancava e che forse aspettavi non dico da una vita, ma sicuramente è un ingranaggio che va a far scattare qualcosa! Di fronte al cambiamento chiunque ha paura, ma pensa che questa è un ottima opportunità, hai solo che di guadagnare e poco o nulla da perdere!!!

    VAI VAI VAI!
    🙂

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 08, 2013 @ 13:14:51

      Credo che sicuramente sia un’occasione non so quanto decisiva e non so se smuoverà davvero qualcosa, ma sicuramente è sempre meglio di stare ferma. Dovrò fare settemila sacrifici e spero di riuscire e vivere tutti con serenità sennò saranno guai. Cmq al 90% accetto 🙂

      Rispondi

  15. A.v.
    Mag 08, 2013 @ 10:29:40

    Concordo che la scelta giusta, la decisione giusta non esiste, ma esiste la possibilità di fare qualcosa che dia una scossa alla vita. Secondo me, seppur la bassa retribuzione, seppur non basterebbe per vivere a Roma (io vivo a Milano e il mio stipendio basta a malapena fai te in che mondo viviamo!!!) … Ripeto, secondo me, dovresti accettare, non si sa mai nella vita cosa può succedere! Intanto sarebbe un inizio… Fammi sapere cos hai deciso! È magari … Il medico è anche carino!!! Ahahahahah … Scherzo! Accetta. Cogli l occasione al volo e non lasciarlo ad altre! Baci

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mag 08, 2013 @ 13:23:09

      Esatto la reputo un’occasione in generale per dare una scossa alla mia vita, passare dal Burundoi a Roma non è un passaggio da poco. Il resto spero verrà da sè pian piano. Spero.
      Per quanto riguarda il medico carino, credo sia una dottoressa la titolare, e comunque è con lei che hoi chiamato ma di certo se ne becco uno ti dico 😛
      Tu che lavoro fai a Milano?

      Rispondi

      • A.v.
        Mag 08, 2013 @ 13:48:45

        Cogli la prima mela … Chi la cantava? Ahahahahah io lavoro in uno studio legale faccio la segretaria da quasi 7 anni … Quindi faccio quello che dovresti fare tu con lo stage … Eheheh … Ma comunque … Sempre meglio di niente … Te li ho già fatti i complimenti per come scrivi? Se non l ho fatto te li faccio ora … Ehehe baci

      • Calipso la Liberidea
        Mag 08, 2013 @ 14:38:04

        Ma a me non dispiace fare la segretaria, neanche un po’! MA se mi pagassero almeno un tantino più di 500 euro, potrei anche mantenermi, ma così temo sfruttamenti in serie, ma tant’è.
        No non meli hai mai fatti, mi state viziandoi con ‘sti complimenti su come scrivo, finirò per crederci 😉 Grazie mille 😉

      • A.v.
        Mag 08, 2013 @ 15:03:49

        Ahahahahah … Bè te li meriti i complimenti. Comunque hai ragione anche tu sul fatto dei 500,00 €. Ma … Se passa questo in convento …
        Quindi deduco tu abbia deciso di accettare…
        Baci

      • Calipso la Liberidea
        Mag 08, 2013 @ 16:00:59

        Guarda,al 90% sì, ma devo prima fare il colloquio e porre qualche domanda alla tipa, e poi decido del tutto. Colloquio che sarà venerdi, quindi lo saprò veberd’ì 😉
        Baci a te;)

  16. 82sophie
    Mag 08, 2013 @ 14:25:50

    vai vai vai
    io ci andrei

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: