Vuoi uscire con noi? Cambia l’orario dei treni o nisba.

M#1: “Caly dai vieni oggi pomeriggio che è festa e noi usciamo e così stiamo insieme!”
M#2: “Sì, dai così ci dici anche del casino che è successo in questi giorni con Odisseo e ti distrai un po’”
Calipso: “Certo che vengo! Ne avevamo già parlato, vi devo aggiornare e anche tu M#1 devi raccontarmi che è successo sabato scorso, quando sono andata via!”
M#1: “Sì sì, ma solita roba non credere. Poi così te ne puoi andare con tuo fratello”
Calipso: “No be’ mio fratello fa chiusura oggi, quindi non esce da lavoro prima delle 122.00 e voi mi par di ricordare che rientrate prima quando non cenata fuori, giusto?”
M#2: “Ma non chiudono alle 21.00 i negozi? Perchè finisce alle 22.00?”
Calipso: “Perchè chiude alle 21.00 il negozio, ma poi loro devono sbrigarsi cose dentro e fanno le 22.00”
M#1: “Eh no, noi possiamo restare fino alle 21.00 poi torniamo a casa.”
Calipso: “Eh sì, ricordavo, ma tranquille faccio come al solito in questi casi, prendo l’ultimo treno alle 19.00 e anche se vado via prima non importa, almeno stiamo insieme qualche ora, no?”
M#1: “Ma non puoi prendere un altro treno, tipo alle 20.00?”
Calipso: “Ehm no… è l’ultimo treno, appunto, quello delle 19.00, vuol dire che poi non ce ne sono più.”
M#2: “Vabbè come l’altra volta… e a che ora arrivi qui?”
Calipso: “Direi verso le 16.00, che l’altro treno poi è alle 18 e sarebbe troppo tardi”
M#1: “Alle 16.00! Ma troppo presto, noi non usciamo così presto”
M#2: “Non puoi venire con tuo fratello?”
Calipso: “No, mio fratello sta già lavorando altrimenti sarei venuta con lui”
M#1: “E non puoi prendere un treno più tardi?”
Calipso: “Non decido io gli orari dei treni, ma se vengo più tardi che senso ha? Devo andar via alle 19 poi!”
M#2: “Ma noi non usciamo così presto”
Calipso: “Sì, ho capito, tranquille ci possiamo vedere verso le 17.00 se per voi è più comodo, mi porto un libro e leggo intanto, sapete che non è mai stato un problema…”
M#1: “No, noi usciamo verso le 18.00 e torniamo a casa verso per le 21.00”
Calipso: “Ma dovete fare una passeggiata, non timbrare il cartellino! Non hai orari di  lavoro oggi M#1, se per una volta uscite un’ora prima, che cambia?”
M#2: “Ma non ti può accompagnare qualcun’altro o vieni col pullman?”
Calipso: “E’ festivo oggi, i pullman non ci sono. Ma se è un problema lasciamo stare…”
M#1: “Sì lasciamo stare per stavolta. Ma tuo fratello non poteva lavorare pomeriggio?”
Calipso: “Eh no sai, non decide lui i turni, ma ho solo il treno a disposizione, quindi devo arrangiarmi con quello che ho”
M#2: “Caly, dai lascia stare se non puoi venire oggi! Però non essere giù per Odisseo!”
Calipso: “Ma io posso venire oggi, e infatti vengo lo stesso anche se non esco con voi, che di stare in casa non c’ho voglia. Voi uscite quando vi pare, al massimo ci sentiamo e ci becchiamo un po’”
M#1: “E che fai qua se noi non siamo ancora uscite?”
Calipso: “Mi faccio un giro, mi sparo un frappè alla nocciola, vado in libreria, mi leggo un libro sul lungomare…”
M#1: “Non si leggono i libri sul lungomare, che dopo ti vedono tutti che leggi sul lungomare!”
Calipso: “…”
M#2: “Vabbè dai allora ci sentiamo e se sei ancora qui quando usciamo ci incontriamo”
Calipso: “Ok. A dopo”.

Annunci

44 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. E.
    Apr 25, 2013 @ 11:51:29

    -.- ma si può???? che dire… vi assomigliate molto come interessi :-\ . Non so se ridere o battere la testa sulla scrivania leggendo “Non si leggono i libri sul lungomare, che dopo ti vedono tutti che leggi sul lungomare!”. Cos’è, un marchio d’infamia leggere???
    Se ti consola rischio allora la berlina anch’io visto che leggo sempre…
    Un abbraccio!!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 25, 2013 @ 12:05:14

      Guarda ci sono così abituata alla storia che non ci si deve fare vedere in giro con libri, da non replicare oramai più. Da ragazzina quando uscivamo insieme e io avevo un libro in borsa – che a prescindere da quanto lo legga o meno in giro, porto sempre con me da quando avevo 10 anni, è un’abitudine cui fatico a modificare, scleravano che non dovevano vedermi le persone che sembravo strana. Capisci perchè io qui esco poco? Non dico che sono come loro tutti, ma moooolta gente è come loro ecco perchè poi instauro relazioni con gente lontana. Mia cugina coetanea mi disse che sono una pagliaccia perchè avevo un libro in borsa a un matrimonio, pensa!
      Be’ scrivi poiesie a iosa avevo immaginato fossi librofila :p

      Rispondi

      • E.
        Apr 25, 2013 @ 12:07:08

        Leggere è una “splendida malattia” 🙂 peccato che non sia contagiosa! A scuola (insegno) esaurisco i bambini: leggete, leggete leggete! Fa bene e diventate più intelligenti!
        🙂

      • Calipso la Liberidea
        Apr 25, 2013 @ 12:10:29

        Bello insegnare? Alle primarie? io ho fatto il concorso per l’infanzia ma non credo di averlo passato…

      • E.
        Apr 25, 2013 @ 12:12:42

        Al momento sono nelle primarie, poi ti racconterò via mail 🙂
        Se riesco ti scriverò a brevissimo. Vado, ho un treno che mi aspetta (e 6 ore di viaggio…) e 3 libri da leggere! 😉
        A presto!

      • Calipso la Liberidea
        Apr 25, 2013 @ 12:22:25

        Che libri??? Io pure prendo il treno tra un po’ e ti scrivo anche io stasera, buona Liberazione 😉

  2. Cicciona
    Apr 25, 2013 @ 12:22:05

    Scusa, anche tu però come la fai lunga… Non potevi andare con il jet privato o anche fare la strada in ginocchio o, non so, fare l’autostop??? M#1 e M#2… Andate a leggervi un libro in spiaggia che vi fa tanto bene!!!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 25, 2013 @ 12:25:06

      E’ che il jet è dal meccanico dei jet (comunque si chiami) e non ci sono processioni il giorno della Liberazione che mi consentano di far la strada in ginocchio, sai è una delle poche festività non cristiane, quando si dice la iella :p
      Guarda voglio loro bene, ma per queste ragioni non posos frequentarle troppo…

      Rispondi

  3. massimobettini
    Apr 25, 2013 @ 12:31:22

    scusa caly pensavo siccome oggi sarei libero pensavo di restarmene a casa almeno fino alle 18, quindi se tu ti fai trovare su qualche lungomare alle 17 io ti chiamo così tutti ti vedono che mi rispondi e ti dico che ho cambiato idea e resto in casa fino alle 20 in modo che tu finisci di leggere il libro ti prendi il tuo treno e te ne vai, così dovremmo riuscire a non vederci, cosa dici caly? a me il programma piace…semmai ci sentiamo poi, se no mandami una cartolina

    Rispondi

  4. Eli
    Apr 25, 2013 @ 13:21:03

    Il mondo e’ bello perche’ e’ vario, ma non sempre! 🙂 le tue amiche in quanto apertura mentale sono imbattibili, direi. Guarda, verrei da te con alcuni amici solo per andare sul lungo mare a leggere tutti!!!! 🙂
    P.S. io giro semrpe con un libro in borsa se non 2, e non sono l’unica!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 25, 2013 @ 13:25:53

      Bello! QUanto vorrei essere nata in posti più fighi con + gente come te e quelli che conosci che io ne conosco ma non sono di qui. Attenzione, dubito esistano anche da queste apèrti, ma sono moooolto rari e io non li conosco…
      Cmq sì, su certe cose sono molto “calabresi”…

      Rispondi

  5. Eli
    Apr 25, 2013 @ 13:51:00

    Io me ne sono andata dalla mia citta’ d’origine! certi posti al mondo ti tarpano le ali, ti fanno sentire strano, e ti impediscono di essere te stessa. Non dico che andarsene sia la soluzione, ma e’ importante sapere che al mondo c’e’ tanto altro!

    Rispondi

  6. alexiel80
    Apr 25, 2013 @ 15:21:55

    Non si leggono libri sul lungo mare che poi ti vedono…ok, confermo la mia supposizione: il problema nell’uscire e annoiarsi è dato dalla compagnia. bah

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 25, 2013 @ 19:34:13

      Si decisamente con la compagnai giusta puoi anche stare a casa e non annoiarti, in realtà. Non dico che loro siano male ok? mi ci diverto a volte, ma sono troppo chiuse, troppo bigotte anche in altre cose come nel vestire ecc… ma sui libri per loro è essere membri di una setta malefila e mavista dal mondo, leggere! Non vogliono che io venga vista con i libri perchè sto con loro capì? sennò considerano “strane” anche loro. ANche se non proprio così platealmente, comunque uil fatto che io sia così è strano qui, è diverso è malato. Non so altrove, ma qua è così. Ma solo eprchè non sono anche altro. c’è chi legge o dice di essere molto lettrice e moltissimo accanita ed esperta letteraria e va in discoteca e frequenta i poisto OKKKEI, in questo caso va bene, anzi è una dea. Capisci la sottigliezza?

      Rispondi

      • alexiel80
        Apr 25, 2013 @ 20:16:35

        Si capisco cosa intendi col dire che non son male ma ci può essere di meglio. Non mi riferisco alla qualità della persona eh ma proprio al come si pongono e interagiscono. L’amicizia non è basata solo sulle affinità ma anche sulla diversità perchè così ci si completa e ci si amplia ma appunto ci deve essere apertura e non chiusura verso quello che on ci appartiene come caratterisca e non vergognarsi al pensiero di poter essere etichettata come chi frequenti

      • Calipso la Liberidea
        Apr 25, 2013 @ 21:32:08

        Ma infatto per me non è un problema al punto che non ho molti amici da queste parti per questo, sono sempre rimasta iop per quanto massacrata per questo. Sono un’eroina oh…

      • alexiel80
        Apr 25, 2013 @ 21:44:00

        😀 è una questione di apertura mentale e se sei “diverso” allora nn vieni accettato

      • Calipso la Liberidea
        Apr 25, 2013 @ 21:52:49

        vivo nel Burundi. Urge scappare

      • alexiel80
        Apr 25, 2013 @ 22:07:23

        approvo, approvo, approvo 😉

  7. Hasegawa Kooji
    Apr 25, 2013 @ 17:02:57

    Le tue amiche mi paiono due oche egocentriche…

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 25, 2013 @ 19:41:45

      A volte anche a me. Ma non lo sono del tutto. Ma in passato sono stata molto vicina a chiudere con loro oper questi atteggiamenti del cavolo che, mi conosci poico ma credimi, sono molto lontani non solo da me, ma da quello che io apprezzo in unapersona e cerco in un’amica o in un amico. I miei amici sono rari anche per questo 😉

      Rispondi

  8. Nickel Nine
    Apr 25, 2013 @ 20:37:49

    Direi che per quanto riguarda il “problema” dei libri, puoi risolvere tranquillamente portando con te un e-reader… Se vuoi proprio ingannali di gusto, è sufficiente anche un semplice lettore mp3 con file browsing incorporato 😉
    Purtroppo in questo mondo bisogna far buon viso a cattivo gioco, ma non significa che tu debba abbandonare le tue passioni per far spazio ai commenti idioti degli altri (a che pro, poi?)

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 25, 2013 @ 21:33:55

      Eh magari… mi si è scassato il mio povero e-reader… anzi è il secondo che mi si scassa, Cleaopatra si chiama. Morto e sepolto. Comunque non me ne frega unamazza come non me ne fregava a 16 anni. Anzi se dissentisconot anto meglio. Brutta è la solitudine che ne segue…

      Rispondi

  9. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Apr 26, 2013 @ 08:54:47

    Ragazza mia… Certo che la tua pazienza è infinita.
    Queste sono amiche di comodo.
    Si esce quando dicono loro , nel luogo da loro scelto…. Se tenessero davvero alla tua amicizie anche alle 15 sarebbero uscite!
    Mah…scappa da tutti
    Mi sembrano le mie cugine
    Le principesse sul pisello !

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 26, 2013 @ 10:00:42

      Ho avutoalti e bassi con loro in passato anche per questo. Non sono cattive e credo che – in realtà una + dell’altra – mi sono davvero affezionate e anhc eio voglio loro bene e non mi spiace passare con loro del tempo, ma sono molto stupide per certe e monto poco simili a me. Non gli chiedo stravolgimenti della loro vita sono io che mi adeguo sempre per uscire con loro, però , davvero un’ora prima potevano uscire non è uno sforzo questo e non averlo fatto è davvero niente. Mi lascia perplessa oltre che ferita

      Rispondi

      • ゚・❤ EleOnora ❤・゚
        Apr 26, 2013 @ 10:08:38

        Un’ora prima potevano uscire.
        L’avrebbero far solo se tenevano a te sul serio.
        L’amicizia è infinita come l’amore si fa in 2.
        Non è corretto che devi andare incontro solo tu alle esigenze di 2 ragazze viziate ( io la vedo così )

      • Calipso la Liberidea
        Apr 26, 2013 @ 10:13:21

        Sono molto viziate, questoi sì. Ma in realtà anche per una non amica a cui sonoi legatai come me si poteva fare, non è una gran cosa, non è un esclatante gesto d’amicizia, è anche semplice gentilezza, dici a qualcuno di uscire con lei e poi la repingi perchè non vuoi scomodarti e le dici di non venire?

      • ゚・❤ EleOnora ❤・゚
        Apr 26, 2013 @ 10:54:10

        In questo caso sono delle bambine: non avevano voglia di uscire con te. Sapevano benissimo i tuoi orari.
        Dai, vieni dopo vai via dopo ecc… Tutti modi per dirti s
        Vieni ok, non vieni
        Meglio….
        Comunque l’amicizia infinita non lo volevo scrivere….
        Quell’ infinita e’ partito da solo;)

      • Calipso la Liberidea
        Apr 26, 2013 @ 11:01:58

        Come la storia infinita… :p
        Purtroppo credo sia vero quello che dici…che posso farci^ Una volta lo facvo notare, smettevo di frequwntarle ci litigavo anch, ma ormai sono così, sono rassegnata non saranno mai diverse se in 15 non sono cambaite anzi hanno cristallizzato i loro comportamenti più beceri invece di eprderli con l’età

      • ゚・❤ EleOnora ❤・゚
        Apr 26, 2013 @ 11:20:54

        Nulla, usuale come ripiego…quando hai voglia esci …ma, non farti prendere dallo sconforto.
        Di amiche virtuali ne hai 😉
        Esci con
        Noi… Peccato per la distanza…ma, ricorda quando capito dalle mie parti dobbiamo conoscerci P forza 😉
        Guarda ….sono senza macchina anch’io faccio tutto a piedi e pullman…quindi cercheremo di rivoluzione tutti gli orari di tutti…

      • Calipso la Liberidea
        Apr 26, 2013 @ 15:24:51

        Eh lo so ma in città nn mi peserebbe, qui invece nel paesucolo sono castrata. Si di amici contani ne ho qualcuno,pochi ma buoni e ora che anche comincio a conoscere persone che mi piacciono e a leggi leggi delle loro (vostre!) vite, io mi affeziono 😉
        Infatti ci esco poco sennò sclero…

  10. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Apr 26, 2013 @ 08:58:23

    Allora alla fine le 2 oche giulive le hai incontrate?
    L’odioso ha recuperato il 30% perduto ?
    E, tu per favore…ma cerca di dire alle fs di modificare gli orari dei treni…

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 26, 2013 @ 10:06:58

      Tranquilla, la dispotica confusione di Trenitalia ha le ore contate,dopoditto si dieve uscire e roientrare a una certa ora codificata,mica si scherza qui!
      Con Odisseo abbiamo parlato molto, non siamo addivenuti a una conclusione definitiva ma quantomeno ci siamo chiariti. Scriverò nei prossimi giorni, prometto. Credo abbiamo fatto qualche passo indietro ma va bene forse così al momento. Che poi nonc redofinirà bene è uan cosa con cui sto imparando a fare i conti.
      Sulla giornata di ieri ho scritto il post;)
      Poi ti scrivo in pvt su fb,
      Baci

      Rispondi

  11. Valentina Luberto
    Apr 30, 2013 @ 08:34:53

    No, dai… non può essere reale questo dialogo?! O.O
    Credo che questa la userò per qualche racconto: “Non si leggono i libri sul lungomare, che dopo ti vedono tutti che leggi sul lungomare!” ( .___. )
    Tornando seri, insomma, capisco come mai tu non riesca a uscirci sempre con queste qui :/
    Io, se avessi un lungomare a portata di mano, in primavera, estate, autunno (ma anche inverno, va’ 😀 ) lo colonizzerei insieme ai miei libri 🙂
    In ogni caso: non esiste un orario giusto per uscire, ma la voglia che si ha di vivere del tempo, qualsiasi tempo, con qualcuno! 😉
    Io continuerei a frequentarle, come dice un mio amico: “è tutto materiale umano” (si riferisce al fatto che ogni persona può potenzialmente diventare un personaggio letterario 😉 ).
    Baci ^^

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 30, 2013 @ 12:46:14

      Ah be’ credimi, ho ancamerato uin bel po’ di rba su cui scrivere e siccome credo fermamente che scrivere di ciò che sai è scrivere bene, posso sfruttarlo! Comnunque ho ripreso la conversazione da facebool, ce l’ho ancora lì :p

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: