Addio, Odisseo e addio al 70% del tuo amore

Che poi lo avevo capito che le cose non andavano, che Odisseo era distante e strano, che ho le cazzo di impressioni e non sbagliano mai, fanno trillare i campanelli e danno una limpida schermata di quel che è, così, esattamente com’è. Magari serve loro un po’ per realizzarsi, ma alla fine si realizzano sempre, le cornute…

Odisseo mi ha detto che qualcosa è cambiato per lui negli ultimi tre giorni e l’amore senza dubbi che professa da 5 mesi nei miei confronti, è diventanto “sono innamorato di te al 70%“, fedeli parole.
Dice che ci sono certe cose di me che gli “danno da pensare“, soprattutto in questi giorni che sono stata “strana e pesante” e che questo, più gli altri problemi legati alla nostra situazione, non gli consentono di pensare a noi come a una coppia di fatto e a me come a una sua compagna per il futuro. Secondo il suo pensiero questo in realtà cambia ben poco della nostra situazione: avevamo deciso di vedere come andava questo mese e mezzo che ci separa dal nostro prossimo incontro e così lui ha intenzione di fare, d’altronde mi ama al 70%, mica cotica qui! Il 70%… fiuuuu è tantissimo, guarda… dovrei anche esserne grata mica è il 50% o peggio il 30%!
No, il 30% è quanto in tre giorni è riuscito a scrollarsi di dosso del suo forte forte moltissimo forte sentimento per me. Se la matematica non è un opinione e visto che qui valutiamo sentimenti potenti come l’amore matematicamente (e non per mia scelta), tra una settimana il restante 70% del portentoso amore che provava per me, se ne sarà andato a catafottersi laddove si catofottono solitamente i portentosi amori.

Per chi, come me, non è in grado di estrapolare un quantitativo sentimentale da una percentuale matematica, sappiate che “sono innamorato di te al 70%” equivale a “Sono attratto da te e sei decisamente più che un’amica“, che poi sarebbe la base che fornisce Odisseo per il nostro incontro futuro e il nostro prossimo mese al telefono.
Ma io non sono sicura di voler affrontare tutto questo, perchè:
a) non esiste 70% per me, o ami o no, o ti piace qualcuno o no, o vuoi stare con qualcuno o no, quindi per me il suo 70% correlato da discorsi del cazzo, significa solo una cosa: non ti amo più, non voglio stare con te;
b) se sono stata “strana e pensante” in questi giorni è perchè sono successe un sacco di cose al punto che pare lascerò casa nel prossimo mese, destinazione ignota, ma il punto non è questo: lui era distante, gli ho lasciato spazio e ho aspettato fosse lui, per una volta, a prendere le redini della cosa e gestirla a modo suo e mi sono trovata sommersa dai rimbrotti. Per quanto riguarda la pesantezza non c’è neanche da parlarne perchè, pur accettando che lo sia stata, non mi aspetto di vivere una vita a mille tutti i giorni e anche i momenti bui di una persona vanno accettati, ma soprattutto, non c’è da parlarne perchè lui è il signor “se si fa così sclero”, “se si dice questo m’incazzo”, “non mi puoi chiamare “bimbo””, “non puoi citare Pollicino quando parliamo di Dante”, “mi si è sfasata la giornata e ora sono nervoso”, “stare qui mi rende nervoso”, “sentire ripetere le stesse cose mi rende nervoso”: lui è il Signor Pesantezza, l’ha inventata lui la Pesantezza, può essere pesante per giorni interi, per mesi anche, ma una persona che è innamorata di qualcuno accetta ogni cosa del suo carattere, così almeno ho fatto io che ho cercato di capire e rispettare le sue insofferenze. Ecco quindi perchè non è il caso di considerare questa cosa ed ecco perchè se in tre giorni può farti rivedere un sentimento a tua detta tanto grande, credo ci siano ben poche speranze che regga questo gli urti della vita in futuro;
c) questa situazione non la so gestire, coppia o no eravamo legati e in intimità e ora come dovrei pormi? Dovrei aspettare che incontri un’altra e si scolli del tutto con tante scuse (come fanno tutti, un film dei più beceri, visto e rivisto, giusto la settimana scorsa è successo a una mia amica) e che ne sarà di me a quel punto?

La mia prima reazione a tutto questo bel papello di virtude e amore, è stata quella di rompere la nostra storia e basta, di non sentirlo più, di eliminarlo piano piano dalla mia vita, giacchè a lui è stato così semplice spurgare il 30% di me, mentre per me ci vorrà molto tempo, conoscendomi, senza contare che non credo che lui provi quel 70% che dice, sono certa che ieri la nostra storia o quello che è stata, sia finita.
Neanche 15 giorni fa mi guardava negli occhi infuocati e mi diceva che era innamorato di me, che era si-cu-ro, che voleva affrontare le tempeste per me, che dovevo promettergli di essere forte e di affrontare i problemi che ci sarebbero stati, che sì era certo di questo, che l’aveva detto e quindi non sarebbe tornato indietro e mi ha baciata appassionatamente alla stazione poco prima che il mio treno partisse. E dopo 13 giorni è tornato indietro del 30%, 13 giorni, non 5 anni, quindi realisticamente tornerà indietro ancora (?).

Io francamente non vorrei continuare per queste ragioni, ed è questo che sono tentata di dirgli pomeriggio, quando ci sentiremo, ammesso e non concesso che il mio intestino aggrovigliato al cuore me lo consenta.
Ma prima di tutto non sono così forte da chiudere definitivamente in un pomeriggio con qualcuno che ha fatto parte della mia vita così profondamente (e teneramente) per 7 mesi, che mi ha fatto amare, sperare e sognare. So già che non ne sono in grado.
E poi non sono sicura sia la mossa giusta, d’altronde una settimana fa io ho passato un periodo di confusione che mi ha fatto rivedere diverse cose su me e lui, solo che ho avuto il buon senso di capirla e non vomitargliela addosso prima di schiarirla del tutto e ora l’ho schiarita, potrebbe essere anche lui nella stessa confusione e io potrei pentirmi di non aver, quantomeno, aspettato qualche giorno prima di chiudere.
Inoltre non chiudo con le persone che amo, se le amo, di qualsiasi tipo di amore/affetto si tratti, una ragione c’è, non li cago via al primo intoppo o quando diventano difficili da gestire. Si chiama appunto “amare“, questo, ed è una fottuta seccatura, ma regala anche qualche fior fiore di emozione di tanto in tanto e un certo rigoglìo interiore ed esteriore tremendamente difficile da arginare, che se diventassi una che caga via la gente così, perderei per sempre ed è inutile dire che no, non è vero (che chi lo dice è chi ha cagato via persone a cui “voleva bene”, guarda caso, perciò manco sa di che parla in realtà), è così punto.

Quindi non so che dire pomeriggio a Odisseo.

Sono distrutta.
Sono frantumata.
Sono a pezzi.
Ho vomitato tutta la notte e continuo a piangere come un’imbecille.
Non ho mai desiderato tanto un suo abbraccio come ora.
E invece devo fare i conti con quella realtà che mi trafigge il petto a ogni respiro, la realtà che è tutto finito, che non ci sono più baci di fuoco e abbracci stretti, che non c’è la giada dei suoi occhi, nè più speranza.
Che ho perso Odisseo.

Annunci

110 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. alexiel80
    Apr 24, 2013 @ 08:57:02

    Mi spiace di leggere questo, purtroppo è l’aspetto negativo delle relazioni che nascono così (oddio anche di altre più classiche), perchè è molto facile parlare ma poi ci vuole l’impegno, la volontà e la pazienza e queste cose costano fatica e dalle cose che hai accennato ora di lui (sclera, si innervosisce, perde la pazienza per niente) non mi da l’idea di una persona pronta per una cosa simile.
    Non ti chiedo come stai non per disinteressa ma perchè mi pare una domanda sciocca….
    Se ti va di parlarne ora com’è la questione che capo ad un mese vai via?

    Rispondi

  2. masticone
    Apr 24, 2013 @ 09:30:03

    sono innamorato di te al 70 percento è una porcata pazzesca.
    mandalo a cagare subito
    Ci starai male un pochino
    Lo sai
    Ma dopo ti sentirai una donna migliore
    e se non riesci a farcela da sola appoggiati a qualcuno che ti sostenga
    se vuoi sono qua

    Rispondi

  3. Hasegawa Kooji
    Apr 24, 2013 @ 09:49:51

    ma chi cazzo è? Pina Sinalefe?
    Renditi conto di che persona indegna egli sia a giocare così con i tuoi sentimenti, a osare addirittura sparare percentuali! E’ un pusillanime! Non ha avuto neanche il coraggio di dirtelo in faccia, di chiudere definitivamente con chiarezza.
    A me dai tuoi racconti non mi era piaciuto il suo saltarti addosso, la sua ambiguità, il suo tentennare su una relazione stabile. Non so in che termine avevate incominciato, ma qui si parla di rispetto per la persona, che in qualsiasi rapporto è ESSENZIALE.
    Non cercarlo, non pietire nulla da lui, mandalo a cagare!
    Mi cospargo il capo di cenere: io ci credevo alla sua stanchezza, ma no, sono troppo buono e penso che gli altri lo siano. Lui non lo è

    Rispondi

  4. Nickel Nine
    Apr 24, 2013 @ 10:11:59

    Non è da compatire chi ti tratta in maniera acefala, come un numero, lo si capisce man mano che si continua a vivere, credimi. So che ora il dolore la fa da padrone e la mente va a mille per cercare un senso laddove in realtà non c’è: determinate promesse, come quelle che hai illustrato nel tuo racconto, dovrebbero essere fatte solamente se la volontà della persona che te le propone è a dir poco angelicata. D’altronde te ne accorgi: se qualcosa non va più, nessuno perde più tempo ad aggiustarla, la si butta via direttamente. Accade con il consumismo, accade con le relazioni e specialmente con le relazioni consumate, te le spacciano per reali quando al di là della passione si dovrebbe -sempre- vedere un obiettivo comune. Non è sufficiente dirsi “io ti amerò, fosse anche per sempre”. Credimi, non dura qualcosa fondato esclusivamente col sentimento. Servono mutuo aiuto e rispetto reciproci. Bisogna prendere in mano in due il binocolo e guardare molto lontano.
    Detto questo, tutta la mia solidarietà, Calipso, non serve a nulla ma spero e prego che ti aiuti a comprendere che tu meriti di esser forte, e forgiarti una dignità imperiosa quando si tratta di relazioni umane. è giunto il momento di dire un “no” collettivo a chi ci abrade la vita di dosso propinandoci falsità degeneri.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 11:18:57

      La falsità di cui parli mi preoccupa. Sai, ho passato la vita a cercare di starle il più possibile alla larga, essendo io stessa più vera di quanto potessi pemrttermi, e ora mi trovo qualcuno dopo 10 giorni si rimangia qualcosa di così importante, quindi comincio a prendere in considerazione la tremenda magagna della falsità e, mi vengono i brividi al sol pensiero, la possibilità che il mio Odisseo sia membro di tal obbrobriosa fetta di umanità.
      Quanti anni hai?

      Rispondi

      • Nickel Nine
        Apr 25, 2013 @ 06:02:48

        Ne ho ventisette, tredici dei quali spesi (praticamente tutta l’adolescenza e l’ingresso nella cosiddetta vita adulta) ad osservare, come molti altri – non credo di avere l’esclusiva, purtroppo- persone che ritenevo enormi sorgenti di luce diventare puntini infinitesimamente minuscoli, tali e quali al punto di contatto di un laser con una superficie, hai presente?
        Mi propongo sempre di non giudicare le vite degli altri, tuttavia il consiglio di prestare sempre molta attenzione alle mani sulle quali depositiamo e affidiamo la nostra vita è molto forte. Se vogliamo invertire la tendenza per cui più o meno tutti veniamo trattati come matriosche, decomponibili in strati a seconda del bisogno (degli altri), tocca iniziare dalla nostra vita quotidiana, no?
        Hai ponderato le possibilità di fare qualcosa che ti permetta di non essere più sfruttata, sia in famiglia che in altri ambiti?

      • Calipso la Liberidea
        Apr 25, 2013 @ 07:09:26

        Sì. Ci ho penato tutta la notte. A tutto. A come dare una svolta ma davvero, perchè tendo a ripeterlo a crederci e a volerlo fare davvero, ma poi lascio che i dubbi, i problemi e le incertezze abbiano il sopravveni e torno a bloccarmi.
        Ora no.
        A partire da Odisseo, credo stia facendo dei passi indietro. Non rinnego niente di quello che provo e di quello che lui è, ma ora sono cauta, ora devo conoscerlo, ora devo capire lui e me con lui. Cautela. Il sogno e le emozioni spinte sono belle, ma non me le posso concedere, sono per altri non per me…
        Per il resto andrò via di casa a breve, alla cieca credimi, un salto nel vuoto,ma devo fare qualcosa e se quel qualcosa deve partire col salto nel vuuoto… che diavolo dovrei aspettare ancora?
        27…oddio mi sembri così piccolo oora che ho compiuti i fatidici 30 :p

  5. Punto e virgola G.
    Apr 24, 2013 @ 10:15:00

    “Ti amo al 70xcento”?
    MA
    CHE
    CAZZO
    SIGNIFICA?

    Non ti merita.
    Oh no, se non ti merita.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 11:20:46

      Non lo so che significa, gliel’ho detto che non lo capisco, non concespisco le cose in questo modo ma sai uan cosa? Credo che neanche lui lo capisca, credo che ci si stia arrabbattando sopra ma non lo sa che dice.

      Rispondi

  6. Carla
    Apr 24, 2013 @ 10:51:40

    Amica mia, quel “tizio” non merita le tue lacrime, ma una bella pedata in c…… Si’!
    Mi rendo conto che in questo momento, per una serie di altri motivi, non ti senti nella posizione di decidere per un taglio netto, ma invece è proprio da qui che devi ripartire e prendere fiducia in te stessa. Comincia col prendere una decisione e poi via via troverai la forza e il tempo (perché Odisseo te ne fa perdere di tempo ed energie..) per prendere altre decisioni.
    Può anche essere che questa situazione sentimentale stia compromettendo in qualche modo anche la tua situazione familiare??? Non mollare con lo studio, mi raccomando, anzi dedicati con più energia.
    A presto, un bacio. Carla

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 11:28:01

      Ciao Carla,
      no guarda, la situazione familiare è a parte, in realtà lui mi aveva aiutato ad affrontarla meglio.
      Un taglio netto è quello che non posso dare ancora a questa storia, anche se istintivamente sono stata portata a fare razionalmente sono convinta sia la cosa più giusta da fare,tant’è che mi sa sia solo una decisione rimandata. Ma se non prendo questo tempo lo rimpiangerò e non posso permettermi questo, giacchè mi pare stavolta di non aver fatto errori di sorta e che nonostante tutto l’amore ancora una volta mi ha voltato le spalle.
      E’ sempre un piacere leggere i tuoi commenti,really
      un bacio

      Rispondi

      • Carla
        Apr 24, 2013 @ 11:51:26

        Carissima, grazie della sollecita risposta ….con te non ci si annoia mai…meglio di una soap! Scherzo, naturalmente, ma mi dispiace molto che tu ti addossi delle colpe che non hai: l’amore non ti ha voltato le spalle, semplicemente non era lui la persona giusta, qualcuno diceva : credevo fosse amore, invece era un calesse! Qualunque cosa ci accada, ci deve far crescere e fortificare e anche se questo parole ora ti sembreranno retorica, ti assicuro che è così : fidati di una che ha il doppio dei tuoi anni, ne ha passate di tutti i colori, ma che è un ariete (come te!) quindi asciugati le lacrime, prendi la cornetta e fatti valere! Buon pomeriggio (se possibile…) ciao Carla

      • Calipso la Liberidea
        Apr 24, 2013 @ 11:59:31

        E’ che non mi ha mai sorriso l’amore. Anche in questo caso, non ho “avuto le rose”, capisci? Ci sta che si stia insieme e poi si capisca che non si può stare insieme, ma non ha avuto il tempo di iniziare la cosa che è finita, quindi sto male e basta, senza aver avuto le rose.
        Mi fa paicere che non ti annoi leggendomi, davvero, a prescindere dalla tragedia perenne, qui :p

      • Carla
        Apr 24, 2013 @ 12:10:39

        Capisco che non hai avuto le rose (e quindi le aspettative sono alte) , ma proprio per questo non accontentarti di un carciofo….non so se rendo l’idea…. E poi anche le rose possono dare dei dispiaceri : hanno le spine! A presto cara.
        Carla

      • Calipso la Liberidea
        Apr 24, 2013 @ 12:16:56

        “Non puoi accontentarti di un carciofo per non hai mai avuto le rose” è bellissima!:D

      • Carla
        Apr 24, 2013 @ 12:24:36

        Veramente mi veniva un’altra parola che comincia sempre con “c” ma finisce con “one” ma non mi sembrava elegante… A dire il vero ci sono più parole adatte all’uopo che cominciano sempre con “c” e finiscono con”one” , ma sono sempre parolacce…ho preferito carciofo che comunque rende l’idea.
        Fatti un pisolino, senza incubi, speriamo..Carla

      • Calipso la Liberidea
        Apr 24, 2013 @ 12:31:46

        Sto aspettando che mi chiami a dire il vero, devo appuntarmi le cose da dirgli che sennò poi, come capita spesso, nel pathos/disperazione del momento me le scordo, quindi mi faccio una scaletta. SOno arrivata a tanto… pensa,

      • Carla
        Apr 24, 2013 @ 12:37:26

        Noooo! La scaletta nooo! Guarda che di sicuro ti impappini e non riesci a dirgli quello che vuoi realmente, fidati, la scaletta va bene se gli scrivi, sei più protetta nel filo dei discorsi e soprattutto non interrotta sul più bello. Digli quello che ti esce dal cuore nel momento in cui ti chiama, e poi eventualmente fai chiarezza con uno scritto: scrivere ti viene proprio bene, ti assicuro!

      • Calipso la Liberidea
        Apr 24, 2013 @ 12:48:28

        Dici? Ma mi dimentico sempre qualcosa così… anche perchè poi lì lui mi interrompe sempre…. comunque non è detto che la finisca, ho diifficoltà anche ora a stilarla…

  7. Martina
    Apr 24, 2013 @ 11:03:42

    Calipso ho 12 anni più di te e dovrei dirti che un giorno imparerai…Taglio netto. Fidati. Non impareremo mai…

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 11:29:43

      Non sono in grado di tagliare,Marty, non ancora, per quanto sia giusto. Madevo dare a me stessa modo di addolcire la caduta. Credo sia questo il modo di farlo, o no? Non lo so…

      Rispondi

      • Martina
        Apr 24, 2013 @ 11:46:19

        Non addolcisci la caduta proseguendo. Ascoltami ti prego. Il dolore non scema, si alimenta.

      • Calipso la Liberidea
        Apr 24, 2013 @ 11:49:53

        E’ vero che si alimenta….ho intenzione di scemare io, se deciderò di continuare lo sentirò di meno e nonlo so, ma non posso chiudere questa cosa così, dovrei, ma non riesco…:(

  8. nanalsd
    Apr 24, 2013 @ 12:59:57

    Cheppallecheppallecheppallecheppalle!!!!
    Tu non sai che voglia di prenderlo a cazzotti che ho.
    Cali..Amati e scappa.
    Per davvero.
    Tipi del genere so come sono fatti.
    Non ti far mettere i piedi in testa.
    Non è giusto.
    Lui ha capito chi è la pecora tra i due, non fargli fare il lupo.
    Sei una tosta, che cazzo.
    Non te lo meriti uno così.
    Non te lo meriti!!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 13:04:02

      In realtà noi usavamo questa simbologia: lui è Leone di oroscopo e dice di essere un Lupo solitario, mentre io sono ariete e il mio simbolo è una pecora nera e lui scherzava dicendo che il lupo si mangia la pecora ma era un gioco quasi sessuale.
      Tra un po’ mi chiama Nana, devo prendere le redini in qualche modo sennò mi ammazza, è vero…

      Rispondi

  9. Michele
    Apr 24, 2013 @ 13:13:09

    certo l’amore a percentuali mi mancava, un abbraccione e sursum corda
    (p.s. concordo in toto con il commento di nana due post sopra)

    Rispondi

  10. E.
    Apr 24, 2013 @ 16:04:15

    Cara Calipso, mi spiace davvero, e lo dico perché sono situazioni che ho attraversato. Fa male, spezza dentro. D’altronde sono d’accordo con te: o si ama o non si ama. Non ci sono giochini di percentuali. L’amore non è indicizzato in Borsa.
    A questo una sana mandata a c…. contare le percentuali ci sta tutta!!
    Davvero un grande abbraccio di conforto!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 16:11:29

      Molte persone mi hanno detto che potrebbe essere solo dovuta alla situazione la sua incertezza, e che non dovrei desisetere prorprio ora, ma sn così stanca e ogni volta che sento la canzone della sua suoneria mi si ferma il cuore per la nostalgia, prima mi batteva quando la sentivo….

      Rispondi

      • E.
        Apr 24, 2013 @ 16:27:15

        Il punto è: la sua incertezza è provocata dalla situazione (distanza?) oppure la situazione (di attrito) è dovuta alla sua incertezza? La questione sta lì. Personalmente non capisco il “70%”.
        Normalissimo poi che tu ci stia così male.

      • Calipso la Liberidea
        Apr 24, 2013 @ 16:36:11

        La distanza incrementa il tutto ma lui ha chiaramente detto che qualcosa in me lo sta facendo riflettere, che non è del tutto chiaro di quel che prova come prima per me. Probabilemente la distanza eviterebbe queste incomprensioni ed eviterebbe che lui la vivesse così male. Il 70% nn lo capisco neanche io, o è un modo per dirmi graduelmente che non prova niente più, o è confuso o non vuole spingersi troppo oltrwe. Ma io temo la prima.

      • E.
        Apr 24, 2013 @ 16:41:35

        Confusione ce n’è. Ma l’amore è fatto di atti di coraggio. La distanza non aiuta (lo so bene…).
        Mi spiace soprattutto per te, questa sua incertezza ferisce la tua acuta sensibilità.
        Può essere che solo abbia paura di correre troppo. Ma perché diminuire la quota di amore?
        Non ti meriti di star male così….

      • Calipso la Liberidea
        Apr 24, 2013 @ 16:48:02

        Devo prendere in considerazione tutte le ipotesi, anche che non mi ami più, anche se fa malissimo questa cosa. Per sentire dire “Diciamo che sono annamorato di te al 70%” fa proprio schifo.

      • E.
        Apr 24, 2013 @ 16:58:58

        Concordo. Come frase va aggiunta alle grandi frasi del cavolo…

      • Calipso la Liberidea
        Apr 24, 2013 @ 18:36:28

        Non ho avuto molte esperienze relazionali ma un nutrito numero di pagine del libro delle frasi del cavolo del cavolo delle relazioni lo posso dire riempire, il che la dice lunga…

  11. Mohawk
    Apr 24, 2013 @ 16:04:17

    Accidenti, è sempre difficilissimo commentare, soprattutto in momenti come questo.
    Io sono uno che cerca sempre la mediazione, che cerca sempre di capire.
    Però quest’Odisseo non m’era piaciuto tanto dai tuoi racconti e continua a piacermi sempre meno.
    Mi aggrego quindi al coro.
    Lascialo perdere.
    O meglio, digli che lo lasci perdere, che di un amore al 70% non te ne fai niente, smettila di cercarlo e guarda che succede.
    Se così effettivamente lo perdi vuol dire che non hai perso proprio niente, solo uno che voleva divertirsi con te.

    Ma a questo punto vi sarete già sentiti.
    Com’è andata?

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 16:13:31

      No, ci siamo sentiti brevemente mi ha chiamata per vedere come stavo, ma sta facendo un tirocinio e doveva rientrare quindi mi chiama come esce definitivamente. Sono nervosa, non riesco a fare niente. Voglio capire se lui mi vuole davvero continuare a sentire ma non so come fare…

      Rispondi

  12. Mohawk
    Apr 24, 2013 @ 16:24:14

    Digli che hai bisogno di certezze, che affrontare una storia a distanza con tutti questi dubbi non riesci ad accettarlo.
    Come tutti gli uomini cercherà di tenere i piedi in due scarpe e di non dire come la pensa davvero, aspettando che la cosa si risolva da sola, in un modo o nell’altro, sicuramente ha più dubbi di te e non ha il coraggio di affrontarli.
    Mettilo alle strette, tutto o niente.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 16:29:16

      Non ho intenzione di continuare se non mi spiega alcune cose e non mi dà alcune garanzie, non so se serva a metterle alle strette.
      Certo è che devo fare in modo di non essere un agnello nelle sue mani

      Rispondi

  13. Eli
    Apr 24, 2013 @ 16:27:48

    Tesoro…..mi dispiace tanto…..immagino quanto tu soffra.
    Purtroppo certa gente dice ti amo con profondita’, altri lo dicono con superficialita’, e lui purtroppo appartiene alla seconda categoria (almeno fino ad ora). E quella della percentuale e’ una scemenza che si poteva risparmiare.
    Piu’ che concentrarti su di lui, pensa a cio’ che vuoi tu. In 3 giorni, ha gia’ cambiato idea, lo vuoi vicino un uomo cosi’? metti che oggi ti dica OK, voglio stare con te, che garanzie hai che fra 3 gorni non ti dica che il suo amore e’ al 50%? tutto questo non dipende da te, tutto questo avviene nella sua mente!!!
    Purtroppo (e lo so perche’ lo faccio anche io) stai basando il tuo valore su di lui, su quanto lui ti ami, su quanto lui ti voglia, quando il tuo valore non dipende da lui, ne’ da nessun altro!!! tu vali TANTISSIMO, a prescindere.
    In piu’ darti della pensante e’ manipolarti! della serie, si, ti voglio, ma solo se sei come dico io! ed allora, tu, fai come dice lui, perche’ cosi’ lui ti vuole. Scusa, non voglio essere crudele, ma sono stata coinvolta in questi giochetti milioni di volte, che adesso li riconosco subito.
    Pensaci, perche’ visto come si comporta, e’ meglio voltarsi nella direzione opposta ed iniziare a correre!!
    Se non ce a fai, ti capisco! io non ce la feci, ed ho imparato sbattendoci il naso. Forse si impara solo cosi’! pero’ mi sentivo di dirti come la penso.
    Ti mando un grandissimo abbraccio! davvero cmq non sei tu quella che ha qualche cosa che non va!!!
    Eli

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 16:42:26

      Hai letto bene la situazione e credimi, ho vagliati tutte le ipotesi che presenti tu stessa e sono consapevole che le conclusioni esatte potrebbero essere le tue. E hai ragione forse dovrei chiudere e basta. Ma a parte il dolore, non me lo perdonerei mai, non sapere cosa sarebbe potuto succedere è forse peggio che sbatterci il naso, tanto ormai è bello che schioacciato, fidati. Cmq non ho intenzione di cedere, ho intenzione di capire bene cosa vuole e cosa pensa, e voglio delle garanzie. E gli farò anche notare che la questione della “pesantezza”, mi sento completamente scoperta e in sua balia ora, e triste. Ho dovuto iniziare a mettere via le cose che me lo ricordano perchè sono un pugno nello stomaco.
      Grazie per i tuoi consigli come sempre e per continuare a leggere le mie sciocchezze

      Rispondi

  14. Eli
    Apr 24, 2013 @ 17:03:40

    Ti capisco, e ti appoggio. Solo ricordati di non dare a lui il potere di decidere del tuo valore, questo NO!!!
    Grazie a te per scrivere! vedi, hai gia’ tanti lettori appassionati! e’ un segno per continuare a realizzare i tuoi sogni! 🙂
    Un grande abbraccio!

    Rispondi

  15. DeathEndorphin
    Apr 24, 2013 @ 20:36:43

    Guarda, per me uno che dice che ama al 70% è solo perché non è certo di quello che prova e con questa affermazione nasconde il fatto di essere un gran vigliacco e prende tempo: se va bene è stato merito del 70%, se va male però lui lo aveva detto che mica amava al 100%, eh!
    A me le persone così ambigue non piacciono.
    Ok che la distanza non aiuta e lo so bene, la distanza ha devastato il rapporto tra me ed il mio ex ragazzo dopo 4 anni in cui ci vedevamo tutti i giorni e quindi immagino quanto sia ancora più difficile per una storia che nasce con la distanza, ma quì si tratta proprio di rispetto. Ed a me pare che lui sia un grande egocentrico ed egoista che di rispetto per i sentimenti che puoi provare te non ha poi tanto. Considerando anche come si è comportato quando vi siete visti.
    Ora io non lo so com’è andata la telefonata oggi pomeriggio, ma ti consiglierei di lasciarlo perdere; e di cambiare aria al più presto se il posto in cui vivi è così opprimente. Ah, e poi voglio dirti di non lasciare che le difficoltà del momento ti impediscano di laurearti..

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 21:03:49

      A impedirmi di laurearmi sono solo io, non le difficoltà del momento, te l’assicuro.
      La telefonata con Odisseo è stata lunga, sfiancante e ha riisolto bene poco. Domani scrivo qualcosa vedo se mi aiuta a riorganizzare le idee.
      Sono stanca delle parole. Sono belle sono importanti ma se le usa la persona giusta, sennò sono ambigue e ti castrano…
      So solo che per me le cose sono cambiate e che come dici tu non ci credo, non credo più in lui e credo che tutto sia finito dopo quello che mi ha detto. Continueremo a sentirci credo, ma sono triste e delusa e devo staccarmi unpo’ altrimenti la prossima volta la scure mi frantuma.
      Un bacio

      Rispondi

  16. 82sophie
    Apr 24, 2013 @ 20:37:26

    E quindi? L’hai sentito? a che percentuale è arrivato?

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 20:58:35

      ha ha spiritosa tu! Non ha parlato di percentuali oggi,così, giusto per confondermi un altro tocchetto. siamo stati 3 ore al telefono sono distrutta e confusa. domeni vedo se riesco a scrivere com’è andata, anche perchè devo mettere a posto le idee…

      Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 24, 2013 @ 21:05:21

      Mi sa che è una tregua in atto, che continuiamo a sentirci ma non più come prima e che le cose sono cambiate…. in realtà è come averlo perso del tutto

      Rispondi

      • 82sophie
        Apr 24, 2013 @ 21:11:37

        Mettici la pazienza che hai, se è solo un momento di confusione prova ad aspettarlo… ma non accontentarti delle briciole, non ne vale mai la pena

      • Calipso la Liberidea
        Apr 24, 2013 @ 21:26:26

        Dobbiamo ritirare un po’ le fila…non cedo niente sono stati 7 mesi troppo belli per farlo. Ma anche io ho da pensare ora su di lui… meno male che c’èun mesetto al prossimo incontro…

  17. Eli
    Apr 24, 2013 @ 21:48:45

    Carissima, adesso rilassati e riposa, se puoi. Le risposte arrivano quando e’ il momento e quando siamo pronti, purtroppo non quando vogliamo noi. Pensaci su, e poi deciderai.
    Un abbraccio grande! 🙂

    Rispondi

  18. Cicciona
    Apr 25, 2013 @ 11:23:35

    O forse hai perso solo l’idea che avevi tu di Odisseo e ora sai che non è come dai tuoi sogni. Carissima, uno che ti dice che è innamorato di te al 70% non lo trovi un pochino infantile e ridicolo? Ma che frase è?!!! Posso immaginare come ti senti e come tu sia combattuta, ma cerca di essere lucida e chiediti davvero che cosa vuoi, come vuoi stare, quali sono le persone che vuoi accanto.
    Io penso tu meriti di meglio.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 25, 2013 @ 11:48:23

      Se devo essere sincera, nonostante abbia capito con che intento ha detto quella cosa del 70% e quello che intendeva dire (me l’ha spiegato ieri), è comunque una delle cose che hanno cambiato il mio rapporto con lui…. non mi è piaciuto. Toglie poco a quello che provo epr lui e a quelloc he c’è e c’è stato, ma per forza di cose e purtroppo sono costretta a fare dei passi indietro.

      Rispondi

  19. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Apr 25, 2013 @ 11:40:46

    Tesoro sono tornata; scusa la mia assenza.
    Che dirti? Chiudi ora…non ti merita.
    È odioso questo odisseo .
    Un bacio

    Rispondi

  20. Hasegawa Kooji
    Apr 25, 2013 @ 16:25:27

    Permettimi… questo tuo attaccamento per paura della solitudine è pericoloso, molto pericoloso. Non devi definirti rispetto a come ti vede qualcun altro, devi amare prima te stessa e la persona, che ti amerà per quello che sei, arriverà… ma fintanto che indugi nel raccogliere le briciole di affetto che ti lasciano sparse per terra, perdi dignità come persona e amor proprio.
    Abbi coraggio di lasciarlo andare, ci soffrirai molto all’inizio, ma un giorno guardandoti indietro riconoscerai che non ascoltare la tua debolezza è stato il momento in cui hai preso in mano la tua vita. Per uscire dal tuo impasse questo è un passo importante.
    Credo di parlare a nome di tutti nel dire: tifiamo tutti per te!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 25, 2013 @ 19:39:57

      Che carino sei… grazie.
      Ma non voglo che tu o voi crediate che io mi stia accontentando con Odisseo o che ci stia attaccata per èaura di stare sola: sonos tata sola a lungo, sto ancora sola, Odisseo o meno.
      Io non so come andrà tra noi, ma non mi accontenterò mai nel senso che non posso proprio staare con qualcunos e non ne sono completamente sicura di ciò che provo e quetsoi spiegha perchè in passato ho avuto poche storie.
      Se mi attacco ancora a qualcosa con Odisseo è perchè non esaurisco tutto quello che ho e che so e che provo di una persona in una sola situazione e reazione, a meno che non consenta di tornare indietro. C’è non toglie che non è come prima, anche se ci siamo spiegati e ha ridimensionato quello che avevo capito, abbiamo fatto passi indietro, per me almeno, non mis ento legata a lui come prima, sono solo tesa, al momento a conoscerlo come meglio posso.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: