Calipso che si nutre solo di spiccioli di vita

Sono stata brava.
Ultimamente mi plaudo da sola con una frequenza che ha dell’imbarazzante e forse anche del patetico, ma ieri era Pasqua e casa mia ribolle come un calderone di bontà a Pasqua.
Durante quasi tutto il resto dell’anno è completamente scevra di cose che fanno gola perchè siamo quasi sempre tutti a dieta, quindi a parte mia madre che fa dolci per regalarli, o che si imbarca in crocchette, pizzette e torte rustiche, le tentazioni restano abbastanza sopportabili.
Ma ieri…
Anche se alla fine eravamo solo noi (e credetemi, io preferisco così, godermi la mia idea di festa!) che i miei parenti di Roma non sono scesi, mamma si è divertita a cucinare, ci aveva avvertito che si sarebbe sbizzarrita, visto che il resto dell’anno glielo concediamo a causa delle diete in cui siamo sempre impelagati.
Il menu di Pasqua prevedeva:
Apertitivo con bibite, noccioline, olive, patatine e degli stuzzichini da intingere nell’hummus che ha imparato a fare da Benedetta Parodi;
Antipasto di salumi e melanzane grigliate, e crostini con patè d’oliva da una parte e di formaggi solidi e cremosi, con le spezie e i peperoncini calabresi o leggeri come il Bel Paese dall’altra e poi i favolosi, meravigliosi supersparaflesciosi mini-arancini alla ‘ndujia che se non li avete mai mangiati, non avete mangiato niente;
Primi: conchiglioni ripieni di carne o prosciutto e formaggio e con la besciamella e crepes con spinaci e ricotta;
Secondo e contorni, è proibito l’agnello e il coniglio a casa mia perchè ci spiace ucciderli, quindi mamma ha fatto il tacchino e in più con polpette di melanzane (non mancano mai le melanzane quando si cucina in grande, qui), patatine fritte, insalata di pomodorini e carote e arancini alla siciliana, quelli grossi dorati che io amo, fatti in tre varianti: fritti normali, al forno e fritti con la farina di riso per mia sorella che è celiaca;- –Bibite: vino, spumante, aperitivi rosso, Coca cola, Sprite zero, acqua, succo di ananas per digerire.
Dolci: quattro tipo di pastiere, tre uova di pasqua di gusti diversi, nepitelle, dei bastoncini ti cioccolato bianco e al latte con dentro un pasta di cioccolato e mandorle, cioccolatini portata a mia madre da una parente dalla Svizzera e cioccolatini vari dei gusti come quelli che ho preso per Odisseo, Colomba pasquale e torta pasqualina che però non è stata ancora iniziata.

Questo affinchè si possano avere le basi esatte per capire in che terreno minato per dieta e sacrifici mi muovevo, ieri. Altro dettaglio fondamentale: era il primo giorno di ciclo, e questo si spiega da solo. Anzi ve ne do uno stralcio visivo che così vi immergete meglio nel dramma, come drammaturgia e filmografia insegnano , la scenografia è fondamentale per l’immersione. Qui vedete uno stralcio di tavola con dolci, nella gallinella ci sono cioccolatini e anche negli altri regalini, più la bottiglietta d’acqua che porto sempre appresso per idratarmi e il mio libro di Seneca De vita beata ovvero L’arte di essere felici, che non c’entrano una mazza con la tavola pasquale, ma c’entrano con me perchè, sì, io a Pasqua ho letto Seneca e mi sono sparata due film pensate se lo sapesse mia cugina omonima -coetanea, inorridirebbe fino a impazzirne, suppongo. E poi c’è un dettaglio di quei fantasmagorici dolcetti datti di cioccolato e pasta al cacao e mandorle e i cioccolatini dalla Svizzera di gusti assortiti. Così tanto perchè sono malvagia. Ho dimenticato di fare foto alla torta pasqualina che era bellissima, ma immaginatela tutta cioccolatosa e decorat a forma di uovo con granella di nocciola fuori e ganache al cioccolato e panna dentro. E poi ditemi che non sono stata brava a resistere, vi sfido!
Immagine

Immagine

Immagine

In tutto questo sono riuscita a mangiare solo:
un mezzo sorso di Sprite zero (ovvero senza zuccheri e calorie);
due arancini di riso AL FORNO, ma levando i cubetti di prosciutto e la provolo sciolta laddove era possibile. Erano belli grandi, ma alla fine, non essendo fritti erano solo riso, formaggio, pane grattuggiato, un po’ di carne macinata e quel po’ di uova che serve per attaccare il pane grattuggiato;
un pezzettino minuscolo di tacchino, era fatto con sale e olio e aromi, ma davvero erano due bocconi striminziti.
acqua, tanta acqua;
basta.

Non so quanto siano stati deleteri gli arancini, ma visto quel ben di Dio che c’era e visto che avevo le labbra blu per il il ciclo e perchè sabato avevo mangiato solo carciofi lessi e un uovo sodo, magari non ha poi fatto così male alla mia dieta.
Per questo dico che sono stata brava!
Credetemi, io per i dolci stravedo, passi il resto, ma i dolci sono il mio ossigeno il mio sostentamento, la mia connessione archetipica con l’universo. Mai avrei sperato neanche nelle più rosee attese, di autogestirmi in questo modo.
Inoltre, è davvero dura, per chiuqnue credo, non mangiare mentre tutti mangiano e mentre ce l’hai sotto il muso, qualcosa di così raro (ve l’ho detto: a casa mia solo feste e quando ci sono parenti, sennò si va avanti a broccoli e zucchine!) e di così buono. Per chiunque sarebbe difficile e doloroso resistere.
Però, in qualche modo ce l’ho fatta. Forse potevo fare di meglio e mangiarmi solo un finocchio, ma sarebbe stato troppo.

Ora, non servirà a niente, tranne che alla mia coscienza. Ho ormai perso ogni speranza di perdere alcunchè. Ieri mi sono provata ciò che mi dovrei mettere quando sarò lì, tra le braccia di Odisseo, ed è un disastro. Ecco che “tra le braccia di Odisseo” mi è sembrata improvvisamente una chimera ieri sera, davanti lo specchio, mentre scioglievo il grumo di tenzione e stanchezza in lascrime su lascrime.
In più Paolo Fox dice che farò imbestialire una persona a me cara con la mia confusa energia e indolenza, quindi devo stare attenta a non allontanare questa persona, questa settimana, innervosendola con le mie magagne Perfetto, proprio l’oroscopo che non mi serviva mi ha fatto.
Mancano 4 giorni all’incontro, ormai. Non so come ci arriverò, ma faccio fatica a credere in me e credere in noi, e credere che lui non scappi da me, come tutti sono sempre scappati quando hanno capito chi sono.

Starei qui altre due ore a lagnarmi sorbendo caffè americano, che fa bene all’anima, ma devo andare alla fiera e poi alla Pasquetta con le mie amiche, e anche se pagherò uno sproposito e mangerò poco o nulla, e anche se non sarà nulla di speciale, mi fa sentire un tantino viva non stare in casa come tante vecchie, tristi e solitarie pasquette. E Dio solo, quanto io abbia bisogno di sentire un po’ di vita scorrermi nelle vene, da troppo troppo troppo tempo, secche di vita e rugginose di inedia.

Buona Pasquetta a tutti voi, qualsisasi cosa farete o non farete.

Annunci

31 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. 82sophie
    Apr 01, 2013 @ 14:34:46

    Tu sei pazza! io avrei mangiato tutto e fanculo la dieta!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 01, 2013 @ 18:34:09

      Ma se mi hai appena detto che ti sei organizzata il pranzo perfetto per la tua dieta!!!!
      E comunque meno male che mi sono trattenuta ieri, guarda, che oggi disastro! Antipasto primo secondo e sorbetto al limone perchè stavo morendo e non digerivo! Preg’addio che non mi gonfi sennò mi sparo, che già sembro un ippopotamo senza i rimasugli della pasquetta!

      Rispondi

  2. alexiel80
    Apr 01, 2013 @ 16:32:14

    Senti come andrà andrà no? tra 4 gg lo saprai, e allora è inutile pensarci troppo 😉 quanto per il cibo brava per la resistenza ma te l’ho detto fallo per te e nn per lui mi raccomando 😉

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 01, 2013 @ 18:39:31

      Disastro Ale… ho mangiato al ristorante non potevo proprio tirarmi indietro perchè le mie amichesi offendevano. ho mangiato la pasta ora mi sento in colpa….
      Domani se non piove vado a correre e spero di rimediare.
      Ho avuto una botta di depressione oggi, perchè sono troppo grassa ma ormai mancano 4 giorni con oggi… lo perderò o non lo perderò poco posso farci oramai…
      Fallo per me, sì,lo sto facendo per me, non per lui, perchè vorreo darmi tt le opportunità che credo di meritare. spero solo di eliminare, quantomeno, questo pessimo senso di sconfitta e disastro imminente

      Rispondi

      • alexiel80
        Apr 01, 2013 @ 20:47:11

        Senti è brutto da dire ma se andrà male nn può essere solo per il grasso, non ora che cmq avete instaurato una conoscenza che dura qualche mese. Corsetta domani tanto per smaltire qualcosa ci sta e più che altro per sgonfiare 😉 su su 😉

      • Calipso la Liberidea
        Apr 02, 2013 @ 06:21:24

        No lo so che non può essere solo per quello, ma temo sia una parte importante. Per me in primis, perchè non mi godrò tutto come farei altrimenti. Hai detto bene, abbiamo costruito molto in questi 6 mesi è per questo che perdere tutto in 5 giorni mi terrorizza.
        Oggi volevo uscire a correre ma doluvia e sinceramente non ho intenzione di ammalarmi, quindi amen, mi spurgherò con tisane su tisane. E vedremo domani ma ormai davvero, penso solo a bere molto e sgonfiarmi un po’.
        Tu come stai?

      • alexiel80
        Apr 02, 2013 @ 06:47:06

        Io ovviamente ho sonno 😀 sta settimana si prende a correre infrasettimanalmente visto che ho ore da recuperare a iosa 😀 si ricomincia!

      • Calipso la Liberidea
        Apr 02, 2013 @ 07:04:43

        Braaaava! Io sta settimana invece mi sa che non farò molto, se riesco a correre domani ma noon so da te, da me il tempo è un disastro e dicono sia così almeno fino al week end, quindi…

      • alexiel80
        Apr 02, 2013 @ 07:07:50

        guarda sul fronte meteo nn ne parliamo ma ormai mi accontento che non piova…che i piedi bagnati non mi piacciono per niente!

  3. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Apr 01, 2013 @ 17:02:34

    non vedo l’ora di sapere come finisce!

    Rispondi

  4. Mohawk
    Apr 01, 2013 @ 22:14:13

    Eddai, a Pasqua sei stata bravissima, a mangiare con le tue amiche hai fatto benissimo e non farti prendere dai sensi di colpa. Non sarà certo un piatto di pasta in più a far andare in modo diverso le cose con Odisseo.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Apr 02, 2013 @ 06:33:30

      Sì, t’immagini, se così fosse…”La pasta maledetta” come la Buick del libro di King, ci faranno un film ad Halloween!
      No, pace, ho pagato almeno ho mangiato! Volevo correre stamattina ma diluvia ininterrottamente e davvero non ho intenzione di prendermi un accidente quindi stop, bevo molto e non ci penso e quel che sarà sarà.
      Più che altro, lo sai che ho passato una notte tremenda perchè non sono riuscita a digerire quella cavolo di pasta! O era troppa e nn ci sono + abituata o era la pasta in sè che era fresca e ce l’ho ancora piantata sullo stomaco.
      Te com’è andata?

      Rispondi

  5. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Apr 02, 2013 @ 07:20:06

    ma… via… non ci pensare a tutte ste cose…
    e, finiscila con questo essere brutta che non lo sei…

    Rispondi

  6. Ian Saiin
    Apr 02, 2013 @ 13:15:19

    Sei stata proprio brava. Detta da uno che ama Seneca e soprattutto non sarebbe mai riuscito a resistere davanti a quella crostata nella prima foto.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: