Dover dire “ciao” a questo blog (PROPRIO ADESSO!) e dover interrompere la mia terapia

Devo portare il portatile dal rivenditore perchè mi si spegne di continuo e devo farlo di corsa anche, perchè la garanzia scade l’11 Aprile e anzi, sono già in ritardo.
Speravo di potermela tirare ancora una settimana e portarlo quando sarei stata da Odisseo che tanto non avrei potuto usarlo e scrivere su questo blog e invece devo farlo adesso, proprio adesso!
Potrei sembrare esagerata e forse lo sono, lo ammetto. Ma io ho bisogno di scrivere su questo blog!
Scrivo tutti i giorni, da metà gennaio, e mi ha aiutato cazzo, più di quanto psicologhi o altro abbiano mai fatto. Ho sempre creduto nel valore catartico della scrittura, ma non credevo di poterne essere così beneficiata da aver paura a smettere.

Io non mi abbuffo più e non mi abbuffo più da quando scrivo qua.
Ero solita cedervi spesso, nei momenti di ansia e depressione più lancinanti, mettere a tacere demoni e vuoto riempendo la borsa di schifezze, mettendo su un film e abbuffandomi fino a star malissimo tanto da dover vomitare, a volte (anche se nell’ultimo anno questo almeno ero riuscita a controllarlo). L’ultima volta che l’ho fatto era il 21 Gennaio, a un pugno di giorni dall’apertura del blog e lo so per certo perchè è certificato sul blog stesso: https://webcamaccesa.wordpress.com/2013/01/21/lascero-che-la-foto-parli-da-sola-in-tutta-la-sua-drammaticita/
Non che non abbia ceduto e mia sia mangiata due fette di torta invece di una o abbia affogato i crackers nel formaggio nei momenti più buii, per carità, ma quello non è abbuffarsi. Abbuffarsi è autolesionarsi, è farsi del male, fortemente e coscientemente, sapendo di farsi del male, ma non riuscendo a smettere lo stesso, anelando a quel po’ di bene che dal male scaturisce, allo stare bene per qualche ora, solo qualche ora, prima di ripiombare nel vortice dilaniante del vuoto.
Lo scrivere forsennato che ho adottato su questo blog, in modo naturale, senza rendermene quasi conto, senza celar nulla dei miei pensieri e delle mie paure, delle mie vergogne delle mie speranze, ha forse in parte colmato quel vuoto, un po’ di male è fuoriuscito dalle mie dita, invece che doversi cibare di autolesionismo e saziarsi per un po’ lasciandomi respirare.
Forse mi sbaglio o non è così, non lo so. Quel che so per certo è che scrivere qua, confrontarmi con persone altrettanto sensibili e forse a me più vicine di tanti da che mi circondano, mi fa star bene, che ormai è una cura, una terapia alla quale non posso rinunciare, non riesco a pensare di non scrivere qualcosa sempre, qui, ogni mattina.
Anche se ho fatto altri passi avanti prima del blog, non era mai successo, da 15 anni, che per due mesi e più non mi abbuffassi. Magro guadagno, sono solo due mesi, ma per me sono tanto. Anche durante le dieta ferrea, quella che mi ha fatto perdere 30 chili in un anno, io un giorno me lo riservavo sempre alle abbuffate. Non potevo farne a meno, era necessario per colmare il baratro urlante che mi porto dentro.
Scrivendo qui, un po’ del mio passato, un po’ dei miei demoni restavano invischiati in un grumo di parole e io respiravo e facevo qualche passetto in più. Non ho raggiunto molto, ok, non ho risolto molto, ma quel poco, è tanto, prezioso tanto. E flebile tanto. Così flebile che ho paura a interromperlo drasticamente da un giorno all’altro, perchè temo di perdere l’equilibrio molto precario che forse sto iniziando a guadagnare.
E ovviamente non parlo solo di abbuffate, le abbuffate sono la conseguenza di uno stato d’animo negativo, di problemi impiantati ben bene da qualche parte che non trovano soluzione.
Parlo di questi problemi, dei miei demoni che non avendo lo sfogo della scrittura, possano sentire il bisogno di sfogarsi in altri e più deleteri modi.

Considerato poi che mancano nove giorni all’incontro con Odisseo e che sono tante le cose che mi ribombano in testa e le cose da fare, pensare, organizzare, sperare, sconfiggere in questi nove giorni, la possibilità di dar loro voce qui mi era davvero di conforto.
Ora non potrò farlo.
Domani potrò scrivere e poi lo devo proprio portare, la ventola di questo dannato coso fa rumori davvero inquietanti.
Spero di poter accedere tramite il pc di mio fratello qualche volta, ma non potrò certo scrivere molto o seguire i blog che mi piace leggere tutti i giorni, potrò solo aggiornare velocemente. Cercherò di farlo, anche per quelle meravigliose persone che hanno seguito intrepidi e sempre con interesse la mia stupida vita.
Spero che basti ad addormentare ancora un po’ i demoni.
Spero di non interrompere del tutto questi piccoli passi che sto facendo.
Spero che la terapia continui quando riavrò il pc e che non sia troppo tardi.
Spero che le prime parole che dovrò scrivere dopo Odisseo non saranno di disillusione e tormento.
Spero di avere ancora Odisseo quando riavrò il computer.
E spero di non perder troppo delle vite delle persone che ho conosciuto tramite questo blog.
Spero….

Annunci

36 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. alexiel80
    Mar 26, 2013 @ 10:19:22

    Senti, che telefono hai?

    Rispondi

  2. Michele
    Mar 26, 2013 @ 10:51:10

    Eh devi procurarti uno smartphone. Io senza l’app iPhone di worpdess mi sentirei perso 🙂

    Rispondi

  3. maga
    Mar 26, 2013 @ 10:58:52

    Scrivi lo stesso! Poi magari dalla carta ci racconti tutto quando tornerà il pc…
    Noi ti aspettiamo, nèèè!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 26, 2013 @ 11:37:00

      😀 eh ultimamente ho difficoltò a scrivere anche i racconti sulla carta sai? usa la moleskine e i quadernini per prendere appunti, fissare idee, e qualche pensiero ramingo, ma nient’altro, non so se ci riesco ma posso provarci. Spero ti tornare presto, Grazie ♥

      Rispondi

  4. 82sophie
    Mar 26, 2013 @ 11:35:30

    no senti io devo sapere cosa accadrà da qui all’incontro, quindi trova un modo per aggiornare!

    Rispondi

  5. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Mar 26, 2013 @ 13:48:40

    non puoiiiiii lasciarci!
    io, mi aggiungo a Sophie… io devo saper cosa succede a te fino al giorno dell’incotro… ed anche dopo l’incontro!
    Quindi… trova un modo.
    Baci

    Rispondi

  6. meo..... laura
    Mar 26, 2013 @ 15:46:38

    mi spiace calipso…..davvero……..noi ti aspetteremo……………..meo e laura

    Rispondi

  7. Cicciona
    Mar 26, 2013 @ 18:10:31

    Mi mancherai davvero! E per quanto riguarda le abbuffate e lo scrivere sul blog… mi hai dato un bello spunto, se avessi la costanza di scrivere più spesso magari funzionerebbe anche con me…
    Ma tu non mollare, nè??!!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 26, 2013 @ 18:41:13

      E infatti, ma prova che ti predi, almassimo ci racconti più di te e può farti solo bene. Considera che io ho la mania di scrivere però, per questo mi riesce naturale.
      Per il resto ci provo ma guarda io ho passato pessima giornata, ho tirato giù l’armadio, e non c’è niente, niente niente che mi stia almeno decente, non so che fare 😦
      Tu fa la brava

      Rispondi

  8. stelioeffrena
    Mar 26, 2013 @ 18:32:34

    Sei guarita tu e si è ammalato il pc ahaha!

    Rispondi

  9. manutheartist
    Mar 26, 2013 @ 18:38:34

    No, non puoi smettere! Scaricati la app, infilati in qualche internet cafè o simile!!!

    E poi più ti leggo e più vedo tanta forza e tanta energia! Ne hai fatta di strada in solo una manciata di mesi!
    Pensa quante emozioni, sensazioni e vibrazioni hai regalato con il tuo blog!

    Spero di rileggerti presto! E abbuffati sempre e solo di sogni e creatività! L’unica cosa per cui valga la pena vivere in questo mondo ostile 😀

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 26, 2013 @ 19:56:25

      Guarda ci proverò davvero a scrivere ovunque mi capiti, non ho cellulari che permettano tali applicazioni temo ma mi farò prestare il pc e ci provo in tutti imodi possibile. Prometto e prometto anhe di abbuffarmi solo di sogni anche se lì avrò più difficoltà a rispettare la promessa, temo.
      Un bacione

      Rispondi

  10. Valentina Luberto
    Mar 26, 2013 @ 18:55:35

    Dai Cali! Io tifo troppo per te 🙂
    Ti aspetto con gioia e in questi giorni: forza, determinazione e sogni 🙂
    Sogna e non smettere mai perché, prima o poi, i sognatori avverano tutto quello in cui sperano 😉
    Ti voglio bene :*

    Rispondi

  11. Mohawk
    Mar 26, 2013 @ 22:01:18

    Mi aggiungo al coro di quelli che naturalmente dicono che ci mancherai e che vogliono sapere quello che accadrà in questi 9 giorni e vogliono un resoconto dettagliatissimo di quei 5.
    Voglio essere però un pochino presuntuoso.
    Mi piacerebbe pensare che in questi 9 giorni ti mancherò io e che ti mancheranno i miei commenti ed i miei consigli. 🙂
    Tu trova il modo di scrivere qualcosa ogni tanto, al ritorno del tuo PC mi troverai sicuramente qui.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 27, 2013 @ 06:47:51

      In realtà credo che mi mancherai, tu e tanti altri con cui mi raffronto sul mio e sui vostri blog e credimi, all’inizio non c’avrei scommesso un soldoi bucato che mi sarei affezionata a qualcuno qui, ma non perchè non reputavo possibile trobvare persone che mi piacessero, solo che dubitavo qualcuno avesse mai letto le minchiatine che scrivo.
      Cercherò di aggiornare il + possibile e sicuramente, bene o male che vadano, quei cinque giorni li racconterò nel dettaglio e anhce questo 8 che restano, solo che forse, dovrete aspettare qualche giorno in più… tu intanto stammi bene eh*

      Rispondi

      • Mohawk
        Mar 27, 2013 @ 07:10:40

        Comunque speriamo che se non lo tengano 2 mesi come hanno fatto col mio iMac. Me l’hanno dato ieri sera ed ancora non funziona. Mi sa che devo ricomprarlo 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: