Tre ragioni per un plauso a me stessa e per continuare a correre(?)

Io adesso non so che cacchio fare, però.
Considerato che l’incontro con Odisseo è tra 10 giorni (help to me!!!) devo continuare a correre 5-6 giorni a settima, di meno, fermarmi qualche giorno prima? No, perchè ho notato che pesandomi i giorni di corsa, peso sempre un po’ di più rispetto a quelli di non-corsa. Ora, magari non c’entra una mazza, magari è solo l’acqua che bevo quando corro (è risaputo che non bisogna pesarsi dopo immediatamente dopo aver bevuto), magari sono grassa punto, ma se si gonfiassero i muscoli di più? Non voglio andare lì, oltre che con la ciccia, anche coi muscoli così da sembrare un ciclista appena uscito dalla Parigi-Roubaix!
Quindi faccio qualche giorno di corsa alternato questa settimana e stop? O non corro poi la prossima? A parte però che siamo nella settimana di Pasqua e che ho almeno due sortite nei grassi ristoranti calabresi nei prossimi dieci giorni, quindi che faccio? Non devo toccare niente nei ristoranti? O corro il giorno dopo e mi concedo qualcosa? Niente dolci? In uno poi, a pasquetta dovrò pagare e mi secca non mangiare e pagare e poi mentre le mie amiche mangiano, non si può, quindi corro il giorno dopo?
Ma sarebbe il 2 Aprile e considerato che il 5 poi parto per Odisseo… insomma ho una confusione bestiale in testa non so che fare, non sono pratica di corse io.
Sono pratica di libri, sono pratica di film e telefilm, magari un po’ d’arte e un tantino di tecniche narrative, ma stop lì, di corse e sport proprio no. Io li odio gli sport!

Detto ciò ieri mi sono pesata e sono uscita e non mi sento proprio così abbacchiata. Lo so, è strano eh, sentirmelo dire. Badate, non è che faccia salti di gioa o che abbia abbandonato il mio mood malinconico perenne: tutte le mie turbe restano qui dove le avevamo lasciate, ben ancorate al camino grasso e grosso che le alimenta, e i miei problemi e i miei dubbi e i timori e le mie speranza rachitiche, e tutto il cucuzzaro completo. In più sono sempre orrida e non si sono modificate le mie perplessità, angosce e insicurezze su me e Odisseo, sono sempre convinta che non possa andar bene.
Ma.
Ci sono tre ragioni, piccole, stupide e insignificanti quasi, che mi fanno sorridere e accendono una lucina nel mio petto, calorosa come una piccola fiammella neonata.
Prima ragione, è che qualche chiletto l’ho perso, poco per carità e probabilmente mi sono solo sgonfiata, avrò perso liquidi, però l’ho perso e questo quantomeno mi dà il la per continuare con le sofferenze e i sacrifici e le speranze che il continuare stesso comporta. Ciò non mi rende meno cicciona, comunque, ma avendo altri 10 giorni a disposizione prima dell’incontro, magari qualcos’altro riesco a rimediarlo. Considerando sempre quanto già detto sopra, ovvero che siamo nella settimana di Pasqua, che casa mia già da sabato pullula di dolci e afrori in grado di far soffocare la gente per l’acquolina in bocca che generano, che dobbiamo considerare i pranzi coi parenti e le tappe nei ristoranti cicciosi. Quindi forse non riuscirò a racimolare molta altra ciccia persa, ma ci proverò, sono gasata e francamente non ho molto da perdere. A parte i chili e la ciccia di quelli ne ho in abbondanza da perdere.
Seconda ragione, connessa alla prima, è che ieri ho passato il pomeriggio al centro commerciale con le mie amiche con l’intento, tra gli altri, di acquistare qualcosa per il fatidico incontro, che non mi faccia proprio sembrare orrenda, ma giusto giusto bruttarella, e ho trovato molto, ma tutto abbastanza costosetto, quindi ci penserò un po’ e se non trovo niente altrove, prenderò qualcosa di ciò che ho visto (ah, concedetemi: Dio benedica sempre Terranova, le sue taglie comode, il suo stile che è il mio e i costi abbordabili!).
Ma la ragione che mi fa sorridere sta nel fatto che, nei due soli negozi dove ho acquistato qualcosa (per la cronaca, Calzedonia: un paio di collant-leggins coprenti blu elettrico; Intimissimi: una magliettina in cotonina grigio chiaro con scollo e bordi pizzati di verde pastello appena accennato, da usare come pigiama, credo, non so ancora, che mi sta benino davanti, ma mi accentua i rotoli odiosi di lato e dietro, cazzarola…),  le commesse, in entrambe le occasioni, mi hanno passato la taglia M delle calze e della magliettina! Capite?! Ok, ok, ero infagottata nel cappotto e in un grosso maglione di lana, quindi forse non hanno potuto constatare bene, ma loro sono abituate credo, a valutare a occhio le taglie e così a occhio mi hanno giudicato entrambe una M!!!! A qualcuno potrebbe parere una cazzata – anche perchè ho preso la L in entrambi i casi e spero non serva una XL ma non potevo misurare le calze e la maglietta è elastica quindi si accomoda a tutto – ma comunque per me non è una cazzata da poco, per quanto fuorviata dal fagotto che mi ricopriva, perchè M è accettabile, è magro, non perfetto, ma magro non so se corrisponde alla 46 o alla 44, perchè la 48 è L vero? Bo’ per tanto tempo ho preso la XXXL che non so più, non mi regolo. Quindi mi ha fatto sorridere, tutto qui. Almeno infagottata non sembro una cicciona assoluta, meglio di niente. Resto sempre grassa, ne sono consapevole, ma non più cicciona assoluta, credo!
Altra ragione connessa, è che mi sono trattenuta. Abbiamo fatto un aperitivo e c’erano le solite olive, arachidi salati, vari gusti e forme di patatine e pizzettine, ma io ho bevuto solo l’aperitivo, che credo fosse un crodino biondo, dal sapore. Non che sia provo di zuccheri, ma solo quello era mezzo bicchiere compresi cubetti di ghiaccio e fetta di limone, credo abbia 40 calorie ogni 10cl, quindi può andare. Ho resistito, consentitemi un plauso: sono stata brava.
Terza ragione, riguarda la corsetta odierna e anche lì, consentitemi un altro plauso, sono stata brava. Oggi tutta vita, eh?! Prima di tutto ho corso per 40 minuti (sempre intervallati) e sabato, ultima corsa della settimana scorsa, ero arrivata a 30 massimo. In più, senti senti, sono riuscita ad arrivare a ben 15 minuti di corsa continuata! Ma vi rendete conto??? Per me è tantissimo! Un mese fa non riuscivo a correre 40 secondi di fila! Solo in uno step, però, ho raggiunto i 15 minuti, negli altri due, rispettivamente 12 minuti di corsa continuata, 10 minuti e poi tre minuti finali per arrivare ai 40, ma ero sfinita alla fine.
Sarà stato il giorno di riposo di ieri (comincio a credere che bisogni intervallare i giorni per correre con uno di riposo) che mi ha fatto rifiatare, o è stato ilmeteo disastroso che mi ha concesso giusto un’oretta di pausa dalla pioggia, a farmi zampettare rapida che non avevo mica voglia di inzupparmi di nuovo, o il fatto che comunque un po’ di peso l’ho perso e questo aiuta a fare meno fatica oppure è l’esercizio e la costanza visto che corro regolarmente da quasi un mese? Non lo so, come dicevo sopra non ci capisco un’acca di queste cose, ma sta di fatto che la fatica c’è stata, sì, ma almeno non sento più il cuore che mi esce dal petto e i polmoni che collassano quando corro, ora sento dolore nei polpacci e nelle cosce.
E’ positivo? Non lo so.
Continuo così o rallento? Non so neanche questo.
Ora, davvero, non so niente.

Annunci

28 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Michele
    Mar 25, 2013 @ 09:22:27

    fai quello che senti ti rilassi e ti faccia pensare meno, in queste occasioni meno si pensa prima meglio è.
    Il pensiero è sempre immorale. L’essenza sua è distruttiva. Se si pensa a una cosa la si uccide, nulla sopravvive alla riflessione.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 25, 2013 @ 09:37:37

      Porca miseria, mi hai ammazzata. Io sono una che pensa di continuo!
      Cmq non è privo di fondamento e verità quel che dici, almeno riguardo Odisseo. Se penso ancora all’incontro, lo carico di atesa che verrà di disattesa o di ansie che mi renderanno nervosa, in entrambi i casi ci rimetto e di brutto, quindi cercherò di pensarci meno possibile.
      Per quando riguarda la corsa, lì credo ci sia più tecnica che altro, nel senso che c’è un qualcosa giusto da fare in questi casi solo che io non so qual è, posso lasciarmi guidare dalla volontà o da quello che reputo meglio, ma non è detto chelo sia.;)

      Rispondi

  2. Ian Saiin
    Mar 25, 2013 @ 10:34:43

    Rallenta un po’. Salta un giorno in più oppure fatti i tuoi 40 minuti (grande!) a un ritmo più lento. Dolore ai muscoli è normale, stai caricando e si affaticano. Non domandar loro troppo. Se rallenti adesso fra 10 gg sei pimpante, se carichi adesso fra 10 gg sei morta. Tra virgolette, eh. Hai visto? che i giorni in cui corri pesi di più? Va così. Ultimo giorno di corsa l’1 aprile. Se proprio vuoi, vai il 2 ma solo se ti senti proprio bene, e cmq fai pochissimo. Il 3 e il 4 VIETATO. Scommetto che il 5 e il 6 sarai più leggera dell’1 (sempre che nel frattempo non mi mangi il mondo).
    Qs sono consigli, chiaro, poi fai come credi tu. 🙂
    Però stai andando bene.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 25, 2013 @ 10:43:18

      E invece mi sembrano molto intelligenti! Sul serio. ANche se in realtà devo precisare che non corro velocissima eh, però corro, diciamo due terzi tartaruga e un terzo e mezzo lepre :p
      Per il resto credo che farò così: corro martedì, mi fermo mercoledi e corro giovedì e poi sabato così sono quattro giorni, lunedì dici? Avevo pensato martedì e saltare lunedì ma magari daccio solo 15 o venti minuti entrambi i giorni, vediamo, comunque poi ti dico. Grazie un bacio 🙂

      Rispondi

  3. Martina
    Mar 25, 2013 @ 10:47:49

    Devo dare ragione a Michele. Corri per la salute e i chili scenderanno un po’ per volta e non torneranno, perchè avrai modificato lo stile di vita. Il mio cuore mi dice una cosa e il mondo me ne dice un’altra. Dobbiamo trovare la forza di vedere quello che ci dice il cuore.

    Rispondi

  4. alexiel80
    Mar 25, 2013 @ 11:39:17

    Un mi piace per i risultati (visto!?!?) 😀 Poi condivido l’andare a giorni alterni per una questione di affaticamento muscolare che ti serve a ben poco ora. Per quanto riguarda le feste nessun digiuno ma un po’ di controllo (ecco magari evitiamo bis e tris di pasta e dolci per dire un’esagerazione) e magari una passeggiata pomeridiana in compagnia chiacchierando 🙂

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 25, 2013 @ 12:12:43

      Temo più che altro mi facciano sentire in colpa dopo tutti questi sacrifici, se riesco mi controllo sui dolci e mangio tranquilla nei due ristoranti provand tutto ma senza finirlo. e a pascqua, siccome odio l’agnello chre ci sarà per secondo seppia o coniglio e un po’ posso mangiarla ma i cannelloni proprio no!
      Quindi, un passo alla volta cara Alexiel, magari cedo e mi strafogo, penso giorno per giorno e spero di vedere qualche altro piccolo risultato. Cristo se mi serve!

      Rispondi

  5. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Mar 25, 2013 @ 13:08:30

    Bravissima per i risultati 😀 😀 😀
    per il resto fai come meglio credi… un giorno di pausa ed i 40 minuti il giorno dopo vanno bene…
    Per i ristoranti.. vai perchè ti hanno invitata e non puoi farne a meno? ( Io, non andrei… senza un evento particolare , Ma io sono io 😀 )

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 25, 2013 @ 13:32:29

      Be’ uno è a pasquetta con le mie amcihe, lo abbiamo fatto anche l’anno scorso, è un classico e non mi va di non andare, comuqnue cercherò di ordinare cose leggere.
      L’altro è una laurea, di mia cugina, vorrei non andare anhce perchè le lauree tra parenti per me sono un inferno, ne parlerò se riesco, ma se non vado mi sparlano dietro ancora di + e poi lei è tranquilla, una delle meno peggio ed è passata personalmente ad oinvitarmi quindi mi pare una coglionata non andarci.
      Ma lì come faccioa resistere? Ho paura di cedere, sai?

      Rispondi

      • ゚・❤ EleOnora ❤・゚
        Mar 25, 2013 @ 13:45:02

        se invece tu e le amiche andate a fare una cosa diversa?
        una scampagnata ( tempo permettendo ) pranzetto a sacco… e, visto che siete all’aria aperta una bella psseggiata , magari finire tutto con un mini gelato alla frutta per te… e, loro quello che vogliono anche un mega gelato…
        Per la laurea… allora vai!
        però devi tenere duro… così non perdi i risultato ottenuti,
        Comuque, per la bilancia prendi l’abitudine di pesarti allo stesso orario e vestita ( meglio nuda ) sempre alla stessa maniera. ( ma, sicuramente questo lo sai meglio di me )

      • Calipso la Liberidea
        Mar 25, 2013 @ 13:56:49

        sì sì tranquilla faccio così col peso ma cerco di pesarmi meno possibile per pensarci sempre meno e perchè così vedo magari risultati e non mi deprimo.
        No non vogliono fare scampagnate gliel’avevo proposto, sono più “alla buona” io l’avrei preferito anche per una questione economica ma a lro non piacciono le cose che non decidono loro.
        Sì cercherò, ma temo la torta e i dolci e la pasta e i friitti, cazzo temo tutto

      • ゚・❤ EleOnora ❤・゚
        Mar 25, 2013 @ 14:02:56

        care amiche 😀

      • Calipso la Liberidea
        Mar 25, 2013 @ 14:04:40

        Non sono male solo sono puntigliose su certe cose, vogliono essere alto-borghesi sai, esntrano nei negozi giusti vestono bene frequentano i luoghi giusti quando devono, ieri non sono neanche volute entrare a Terranova troppo galternativo ed economico per loro. Sono tutto il contrario di me.

  6. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Mar 25, 2013 @ 13:48:27

    Comunque, v isti i risultati… continua lo stesso a correre… soprattutto i giorni dopo il ristorante!

    Rispondi

  7. 82sophie
    Mar 25, 2013 @ 14:29:42

    Correre o anche camminare fa sempre bene, continua…
    Lo shopping con le amiche è anche meglio, fanne ancora….
    Se sei tra la M e la L sei più magra di me, ti odio….

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 25, 2013 @ 14:42:33

      Nah, magari! compro roba XL o anche XXL purtoppo il meno è L, ma che mi sta forzata, quindi tranquilla.
      cmq se tu sei 70 peso forma sei vicinissima tu, il mio peso forma è 53, credimi, sei molto + vicin tu alla meta

      Rispondi

  8. Mohawk
    Mar 25, 2013 @ 18:09:52

    Allora, a parità di volume i muscoli pesano più della ciccia, quindi se non hai mai fatto attività fisica adesso è normale che i tuoi muscoli pesino un po’ di più. Però dato che quello che conta è il tuo volume e non il tuo peso, continua a correre anche se ti sembra di perdere poco peso.
    E per dirla senza troppi giri di parole, è meglio farsi palpare un bel culo sodo! 🙂

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 26, 2013 @ 09:05:11

      Dici? Speriamo di arrivarci con qualcosa di sodo che qui c’ho la lancetta odiosa, però il culetto non è un problema e neanche le gambe, sotto mi si tornito tutto, è sopra il mio guaio! Maguarda come parlo di certe cose con un uomo ah, sono senza vergogna… vabbè amen.
      Detto ciò oggi non sono uscita a correre, troppo vento è ho un principio di mal di gola, meglio non rischiare e domani sera sono a un ristorante e ho il terrore di non resistere :S

      Rispondi

      • Mohawk
        Mar 26, 2013 @ 23:09:31

        Ma come, ti faresti problemi a parlare liberamente di tutto con la tua webcam? 🙂

      • Calipso la Liberidea
        Mar 27, 2013 @ 06:49:13

        E’ vero… in effettoi se ho un pregio e sempr’ammesso che di pregio possa parlarsi, è quello di non aver nessun tabù. Parlo di tutto con la stessa naturalezza e dovizia di dettagli di quando parlo di gusti di gelato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: