I flussi di coscienza della ragazza col kiway rosso

Che chissà poi cosa pensa di lei la poca gente che è viva e vive alle 6.00 del mattino, incrociandola mentre corre o meglio, arranca (ma la vita non è un arrancare continuo?) per le strade il più possibile nascoste agli occhi della gente che vive, ma non può nascondersi del tutto perchè anche nelle strade più isolate del mondo, la gente che vive prima o poi ci arriva.
Chissà che pensa la gente che vive di questo barilotto che arranca, ricorperto da un kiway rosso più grande di almeno una taglia con la scritta “Ciampino calcio” perchè era del cugino di Ciampino, ma che ne sa la gente che la incrocia alla 6.00 del mattino? Magari pensa anche che è lei a giocare a calcio e che quel kiway è suo, non potrebbe essere più lontana dalla realtà la gente, ma è gente, che ne può sapere? La gente per definzione, non ne sa mai niente di niente, e quel che comunque è certo, è che non può immaginare che la ragazza che arranca alle 6.00 del mattino, fino a cinque minuti prima era sotto le coperte dalle 5.00 della notte a leggere Saramago, e neanche immagina la gente che vive alle 6.00, che leggere Saramago con la coscienza ancora ancorata ai fumi della notte, è come sovrapporsi a egli stesso che se ne va a spasso per Lisbona, allo stesso srotolarsi di pensieri che tracciano la strada come pietre luminose e lasciano dietro di sè le briciole di pane. A parte che la ragazza si deve accontentare del proprio ameno paesino che sì, sarà anche una piccola perla incastonata tra le colline e col mare per collana, ora che comincia a imporsi la primavera, nonostante la pioggia che la ricaccia indietro e il cielo che bigio era e bigio resta, ma le onde sono ordinate e affusolate ormai, non tormentate come lei e il mare è, non si sa come, cristallo e le viole e le pervinche e le mimose spruzzano ovunque, e che sì, sarà anche bello così l’ameno paesino, ma non è proprio Lisboa, la bella, decandente, Lisboa, dove si incontrano tutti i sud del mondo, mentre qui c’è solo questo sud, quel povero e chiuso sud ionico. Ma tant’è che Saramago se ne va per Lisboa sospinto dai suoi flussi di coscienza, e lei lo lascia sul comodino, e a sua volta se ne va sospinta dagli stessi flussi di pensiero, che non può proprio farne a meno di essere Saramago per un po’ e di pensare come lui perchè se si attiva il flusso, ti prende e non ti fermi più. Ma se ne va la ragazza, per la sua di Lisboa, chè tanto è dove siamo noi, ognuno di noi, che è il centro del mondo e non c’è un centro assoluto. E quindi la ragazza è ora al centro del mondo e arranca, per ben venti minuti di corsa non pensando che sono solo 16 i giorni che mancano a Odisseo e pensandolo nonostante tutto, che non è che non lo sa che è per lui che si spompa ogni mattina, ma quel briciolo di amor proprio quantomeno le impedisce di ammetterlo, e col vento che alza il kiway rosso troppo grande, come fosse una sottana che svela pudori poco celati, e con le prime gocce che toccano terra (sì, solo questi sono ormai i suoi amici e confessori), se ne ritorna all’ovile per sovrapporre di nuovo i suoi pensieri a quelli di Saramago senza confessargli però che vorrebbe essere lei a Lisboa e invece no, è qui e non sa che fare della propria vita in questa attesa spasmodica, ansiogena e arrancante in cui è costretta chissà per quanto chissà per come, in attesa che la sua vita inizi.

Eh no, proprio non lo possono sapere tutto questo, le persone che vivono alle 6.00 della mattina e incrociano la ragazza col kiway rosso, che arranca per le strade più nascoste di quella che non è Lisboa.

Annunci

28 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. meo..... laura
    Mar 19, 2013 @ 08:13:07

    alle sei del mattino la gente ha ancora gli occhi chiusi……….e non sa che c’è vita fuori e si immagini chi sa’ che cosa ……………stupenda lettura calipso……………..meo

    Rispondi

  2. alexiel80
    Mar 19, 2013 @ 09:51:00

    E se sparlano lasciali sparlare, che puoi vuol dire che alle 6 non hanno di meglio da fare se son svegli che osservare te e il tuo kiway rosso…io invece mi domando ancora perchè ti vuoi così male da alzarti così presto (son per la corsa serale) 😛 😉

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 19, 2013 @ 11:03:06

      Perchè mi conosco e non cui andrei, la mattina riesdco poi no, so’ pigra!!

      Rispondi

      • alexiel80
        Mar 19, 2013 @ 11:13:47

        ma anche io…solo che la scena al mattino è: suona la sveglia…miracolo la sento…grugnisco…ok, forse vado…mmm si tra un po…zzzzzzzz…alle 18 eccomi vispa 😀

      • Calipso la Liberidea
        Mar 19, 2013 @ 11:39:06

        e poi alle 20 ti aqbbiocchi di nuovO??? Ero anche io così ma dopo il periodo di studio forsennato ho preso l’apbitudine di alzarmi preso e ora alle 21 crollo e alle 5 sn vista e allegra, non durerà a lungo ma finchè dura mi piace

      • alexiel80
        Mar 19, 2013 @ 11:40:15

        No, io son fondamentalmente nottambula quindi il mattino non mi viene naturale invece attivandomi con lo scorrere del giorno la corsa in tardo pomeriggio è perfetta. Io studiavo di notte invece e spegnevo alle 7 del mattino 😛

  3. stelioeffrena
    Mar 19, 2013 @ 09:56:44

    Prossimo step, dal kiway rosso al kimono d’oro, con il beneplacito di Kim Rossi Stuart 😉

    Rispondi

  4. Michele
    Mar 19, 2013 @ 09:57:28

    eh alle sei mi sa non vedrei nemmeno il camion rosso della coca cola 🙂

    Rispondi

  5. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Mar 19, 2013 @ 13:47:03

    Lasciali fissare…
    io, invece “corro” a casa… quando pupa nanna…
    per ragioni ovvie non posso di certo farlo all’aria aperta 🙂
    Baci

    Rispondi

  6. Mohawk
    Mar 19, 2013 @ 19:05:31

    Ma che bello questo post…

    Rispondi

  7. chroniclovedisease
    Mar 19, 2013 @ 20:08:56

    Letto con parecchio gusto, complimenti 😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: