Decalogo dei dubbi a un mese da Odisseo

Scrivo questo post, con l’unico dichiarato intento di spurgare qualsiasi ansia, dubbio, timore lagnanza relativi al mio incontro con Odisseo, perchè oggi manca un mese all’incontro e domani inizierò il più teso dei conti alla rovescia della mia vita, il più tachicardico dei miei mesi, e non ho intenzione di rovinarlo riempendolo di dubbi e ansie.
Queste insicurezze saranno anche normali, ma non mi abbandonano, e non posso continuare a lasciarli fare a loro comodo, ho troppo altro a cui pensare. Vorrei inciderli nella roccia e seppellirli a kilometri di profondità nel punto più lontano dell’oceano per lasciarmeli alle spalle del tutto. Ma pare sia una pratica difficile da attuare, quindi li scrivo qui e spero questo blog che tanto bene continua a farmi, si attivi in una qualche magia, malìa, incantesimo o quel che è e se li tenga per sè, estirpandomeli fin alle radici, perchè se non li elimino, non solo rischio di arrivare all’incontro nervosa e negativa e quindi aumento le possibilità che vada tutto a scatafascio, ma potrei non cogliere e godere delle sensazioni più uniche che rare che una situazione così meravigliosa può offrirmi, di lasciarmi sfuggire questo incredibile mese di attesa (incredibile vista la mia piatta vita) e non viverlo come merita.

  1. L’impatto. Dio quanto lo temo. Quanto è importante, non ci siamo mai visti dal vivo, sarà stranianete, cosa devo fare? Cosa devo dire? Devo lasciarmi guidare dall’istinto? Ma questo mi renderebbe goffa e imbranata, perchè il mio istinto è saltargli addosso e baciarlo, ma come faccio a farlo subito?
  2. I discorsi. Che argomenti dovrei trattare? Abbiamo sempre parlato di tutto, e lui certo non è un chiacchierone, io quando sono nervosa sparo mille cazzate, ma in quel momento mi bloccherò e non saprò che dire e ci saranno silenzi imbarazzanti e io odio i silenzi imbarazzanti, quindi dovrei prepararmi degli argomenti per rimediare a situazioni di stallo? Rischio di rendere tutto troppo artificioso e negletto?
  3. I silenzi. Ci sono e ci saranno e non possiamo farne a meno, ci sono anche per telefono. Saranno diversi dal vivo? Come li devo affrontare? Come li devo riempire? Uno sguardo? Un gesto?
  4. Il contatto. Posso prenderlo per mano? E se non lo fa lui? Posso accarezzarlo, posso sfiorargli la guancia con un bacio, posso stringerlo? Quando è esatto iniziare a farlo? E se gli faccio schifo e odia il contatto con me come faccio a saperlo? Devo sottoporlo a questa tortura?
  5. L’aspetto. E’ una grande incognita. Potrei fargli ribrezzo e no, non farlo lui a me perchè ho visto le sue foto e mi piace e sì, anche lui ha visto le mie ma ero più magra quindi come faccio a non pensarci e non far sì che diventi un ostacolo? Come faccio a essere a mio agio? Potrei fargli schifo e in quel caso dovrei andare via prima dello scadere dei cinque giorni?
  6. L’intimità. Staremo insieme 24 ore su 24, 5 giorni su 5. Questo vuol dire che dormiremo anche insieme, ma io ho dormito solo una mezza volta con un uomo ed è stato un mezzo disastro, come faccio a creare un ambiente placido e simbiotico senza far in modo che sia carico solo di imbarazzi per entrambi? E se lo annoio? E se non riesco a costruire il feeling che ci lega ora o che comuqnue ci ha contraddistinti fin dal principio? Non so farci in queste cose, non sono una molto socievole, se non con chi conosco bene, mi trovo sempre a disagio e se dovesse capitare anche con lui? Lui! Lui, lui, lui che adoro!
  7. Praticità. Le questioni pratiche come fare una doccia o offrire la cena, come cavolo devo fare? All’inizio sarà una tortura, insomma già non sono brava in queste cose, ma non voglio che paghi sempre lui solo che non so come affrontare la cosa senza essere pesante e sarò dannatamente in imbarazzo quando dovrò fare una doccia le prime volte almeno, è casa sua! Come faccio a rendere leggero quel momento?
  8. Bagaglio. Non so ancora come vestirmi e cosa portarmi perchè spero di dimagrire un po’ e di decidere nella settimana di pasqua, -santa santa pasqua aiutami tu!- qualcosa che non mi faccia sembrare un botolo inguardabile e intoccabile, so già che se non perdo almeno qualche chilo sarò un botolo inguardabile e per me sarà un vero disastro perchè non riuscirei a essere me stessa, oltre a fargli ribrezzo…
  9. Speciale. Voglio che sia speciale, voglio che lui abbia un bel ricordo di me e di quei 5 giorni, non voglio che sia uno schifo totale se non dovesse andar bene, cosa mi invento?
  10. Sesso. Non so se arriveremo a tanto, se ci arriveremo immagino significhi che le cose vanno bene, quindi non ci spero molto e non ci penso molto. Anche perchè non saprei che cacchio pensare o fare, ma se c’è una cosa che so è che non voglio dormire nel mio letto, ma nel letto con lui, posso farlo o rischio di essere invadente e indesiderata, e come faccio a capirlo?
  11. Stephen King. Il mio stupido e-book reader sta impazzendo e non mi visualizza tutti i libri di King che ho scaricato e questo mi fa incazzare di brutto visto che sto in fase King dopo aver letto il suo splendido saggio sulla scrittura e non aspettavo altro che finire i concorsi per iniziare a leggerlo visto che non lo conosco proprio, avevo già l’acquolina in bocca e ora? Dovrei farmi passare la voglia! Sì vabbè, non c’entra molto con Odisseo, ma visto che mi stavo lagnando, mi lagno del tutto e non ne parliamo più!
Annunci

29 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. 82sophie
    Mar 05, 2013 @ 09:22:40

    Ahahaha questo decalogo +1 è stupendo! Per quanto ti possa sforzare, non arriverai mai preparata all’incontro, e poi senza gli imbarazzi, i silenzi, le pause, non sarebbe un vero primo incontro! Dai che sarà una figata!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 05, 2013 @ 09:27:52

      Il mio problema è che anche nella vita di tutti i giorni non so gestire quetse cose immagina in quel frangente così delicato!

      Rispondi

      • 82sophie
        Mar 05, 2013 @ 09:32:44

        Ma tu non puoi gestirlo, non è che arrivi lì e decidi come devono andare le cose. Arrivi, lo vedi, sarai emozionata, lui pure, cercherai di interpretare i suoi gesti, di capire di più di quello che dice, e poi sarà lui a fare la sua mossa. Le cose verranno naturalmente, e sarà bellissimo, vedrai!

      • Calipso la Liberidea
        Mar 05, 2013 @ 10:06:53

        Mi segno queste parole e spero con l’anima che si realizzino :*grazie

  2. Cicciona
    Mar 05, 2013 @ 12:35:46

    Spero davvero che scrivere qui le tue ansie ti aiuti ad attenuarle, perché sei veramente troppo agitata! Hai fatto venire l’ansia anche a me! Le risposte alle tue domande le avrai solo quando vi vedrete, non puoi arrovellarti prima!
    E comunque gli piacerai.
    Tu sei una che corre alle 5 di mattina!

    Rispondi

  3. Punto e virgola G.
    Mar 05, 2013 @ 14:38:24

    Troppi problemi Calip… sei proprio una donna!
    Se si arriva a tanto… significa che vi piacete.
    Stai
    t
    r
    a
    n
    q
    u
    i
    l
    l
    a

    Non puoi programma cose del genere. Quando te lo vedrai davanti, quando passerai con lui accanto le giornate…saprai come muoverti, cosa dire, i gesti da compiere.
    Sta serena.

    Ps. Mi sta venendo voglia di fare un documentario… Se vedi qualcuno che vi spia con una telecamera dal dietro di una colonna… non preoccuparti.

    Rispondi

  4. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Mar 05, 2013 @ 15:39:09

    Quanti problemi!
    Io, da oggi sto seguendo una super.dieta, se la vuoi te la passo?
    Magari, riusciamo a perdere qualcosa…
    Comunque, pere il letto..vedi, cosa propone lui…
    Poi, se vi piacete tutto sarà naturale!
    Lascia tutto all’istinto!
    Una curiosità, lui, Sa che sei un po’
    Ingrassata?

    Rispondi

  5. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Mar 05, 2013 @ 17:01:00

    P.S. comunque le sensazioni saranno uguali anche per lui…
    è inutile programmare cosa dirai e che argomenti affrontare… non stai andando a fare una scenetta… sarete solo protagonisti della vostra vita in quei 5 giorni!
    Bacio 😛

    Rispondi

  6. Mohawk
    Mar 05, 2013 @ 20:47:51

    Come la penso te l’ho già scritto nell’altro post.
    Aggiungo solo che ti capisco se hai paura di non sentirti a tuo agio perché sei un po’ fuori forma.
    Immagino però che non serva a niente dirti che a lui non interesserà minimamente, gli uomini non le notano certe cose. Anzi, io sono dell’idea che qualche chilo in più significhi solo qualcosa in più da mordicchiare 😉

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Mar 06, 2013 @ 08:00:20

      SPeriamo, lui è sempre stato meraviglioso sotto questo aspetto, mi ha rassicurato in tutti i modi è solo una fissa mia e io che mi sento brutta e quindi rischio di bloccarmi, ma credo che oltre che uscire a correre un po’ tutte le mattine e stare a dieta io possa fare poco, manca un mese e ci andrò e anche se cicciona, ti assicuro che non vedo l’ora!

      Rispondi

  7. grimilde79
    Mar 06, 2013 @ 05:14:57

    Ti capisco. Capisco ogni sensazione ed ogni paura.

    Ma, come sai, per me si sono sciolte come neve al sole… 😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: