Perfetto dal dono che fa di sè

Sono stanca, sono troppo, stanca per tutto.
Stanca per il sonno perso,
stanca per la tensione dell’esame,
stanca per tutto questo studio disperato,
stanca per i problemi con Odisseo,
stanca per le incertezze sulla nostra storia,
stanca di dover sempre essere in dubbio su quello che prova per me,
stanca di dover stempre accontentarmi delle briciole,
stanca delle 6 mura della mia stanza,
stanca di questa luce di neon e lampade e delle sue ombre grottesce,
stanca di dover controllare la mia personalità dirompete,
stanca di dover tenere a bada i miei demoni,
stanca di stare a dieta mentre nell’altra stanza tutti si abbuffano di chiacchiere e castagnole e gnocchi fritti e dei nidi col miele e gli zuccherini che non so come si chiamino,
stanca di dover cercare modi di amarmi,
stanca di dovermi inventare l’affetto e l’amore,
stanca di verdure e niente cioccolata,
stanca delle “lacrime di cristallo l’hanno bagnata, goccia su goccia le hanno asciugato il cuore”,
stanca di tutto.

Quel che vorrei è che proprio ora, mentre pubblico questo post, la mia attenzione venga  distrattra da accordi di chitarre e mandolini; che mi affacci e veda sotto il mio balcone Odisseo “con una rosa venuto a me” in calzamaglia e calzoncini a sbuffo, un gruppo di raminghi che suonano, e  lui che canta “Con una rosa hai detto vienimi a cercare … io per te, muoio per te, con una rosa sono venuto a te … portami il più bel fiore, quello che duri più dell’amor per sè, il fiore che da solo non specchia il rovo, perfetto dal dolore, perfetto dal suo cuore, perfetto dal dono che fa di sè”.

Ok, ora pubblico il post e succede tutto questo, vedrete…

Annunci

12 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. 82sophie
    Feb 11, 2013 @ 10:34:56

    Risparmiagli almeno la calzamaglia!

    Rispondi

  2. Punto e virgola G.
    Feb 11, 2013 @ 16:25:10

    Povero Odisseo, e sì che j’avevo detto di rimanere un altro po’ in mare.

    Rispondi

  3. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Feb 12, 2013 @ 14:51:47

    Ma risparmialo 😀
    lascialo vestire normalmente 😀

    Rispondi

  4. Cicciona
    Feb 13, 2013 @ 01:32:50

    Ah! Una delle mie canzoni preferite di Vinicio!
    Sono stanca anch’io in questo periodo e la mia lista potrebbe anche essere simile alla tua. Ti sono solidale ma non credo di essere in grado di alleviare questo tuo cuore asciugato.
    Però una bella canzone di Vinicio un pochino aiuta.
    Un abbraccio

    Rispondi

  5. Trackback: Di nuovo in rotta | Una webcam sempre accesa nella stanza di Calipso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: