Ciao Gennaio ciao

“La rivoluzione di febbraio”, non ce l’ha nessuno. Perchè tutti fanno rivoluzioni di primavera quando ci si risveglia dal letargo e bisogna sgranchirsi; oppure in autunno perchè è  tanto bello l’autunno, con tutti quei contorni di colori sanguigni che già la natura offre, e siccome il contesto è il fondamento di ogni rivoluzione, detto fatto; e poi ci sono tutte quelle estive perchè il sangue bolle e ribolle d’estate e in qualche modo devi scatenare il bollore.
Invece d’inverno gli animi si chetano. E io mi sobillo. Da brava e inveterata anticonformista.

E badiamo bene che qui non si parla dell’inverno mite e fiocchettoso di dicembre, quello di mandorle caramellate e lucette. Qui si parla dello scuro, spoglio e in alcune beate latitudini (non mie), bianco inverno.
Perchè diciamocelo, Gennaio se ne è andato e mi ha lasciato solo un codazzo di roba da studiare e un sacco di ciccia da perdere e un fondoschiena sempre più strabordantemente quadrato a furia di stare seduta, con cui fare i conti. Quale mese migiore di febbraio per farli. I conti.
Il mese dello studio e delle maschere che permettono di andare in giro celandosi bellamente per non farsi riconoscere e poter rosicchiare briciole di vita allontanandosi dalla solitudine più infausta?
Nessuno. Quindi Febbraio deve essere il mio tappetino e se la mia rivoluzione non ha funzionato a Gennaio è perchè gennaio è becero e sonnolento, giusto? Mica è colpa mia…#coleichecercabuonescuseperisuoifallimentieciriescepure.
Immagine

Quindi benvenuto febbraio e benvenuta nuova Calipso che frantuma nel tritarifiuti qualsiasi pensiero infausto e senso di inadeguatezza, e cammina a testa alta, ora dopo ora per districare i nodi della sua vita e finalmente calarsi nei suoi ruoli effettivi, come un pettine che procede senza intoppi dolori e strappi su una lunga chioma.

Leggo tanti blog che parlano di ripartenze e di forza nel ricominciare, in modo non troppo differente da me, ora, di nuovo sempre e comunque. E’ bello sapere che la rivoluzione di febbraio sarà nutrita e piena di gente in piazza. Gente forte, gente che è quello che è e lotta comunque, sempre, a prescindere da cosa e quanto ha come punto di partenza. A prescindere da quanto sia dura la strada e lontana la meta.
E’ bello accorgersi che, dopotutto, non si è soli.

Annunci

8 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Feb 01, 2013 @ 08:44:10

    Allora, forza… a febbraio rinasciamo e ci impegniamo sul serio…
    Vero? Io, ti faccio compagnia… che, magari riesco anch’io a concluderer qualcosa di positivo…
    Quindi… rinasciamo insieme, cara amica.
    Baci

    Rispondi

  2. valentina*
    Feb 01, 2013 @ 12:17:30

    Ciao Calipso,
    questa strafottente presa di posizione su Febbraio mi piace tanto :D. Dai, dai che anche io ho i tuoi stessi obiettivi e le tue stesse difficoltà a relaizzarli, quindi: go! 🙂
    Però ti invito a riflettere su una cosa, hai mai pensato che non ci sia nessuno, ma proprio nessuno che non abbia noie o problemi da risolvere? Non c’è, fidati, anche quelli che pensiamo siano senza problemi, in realtà, ne hanno qualcuno. Questo è bene ricordarlo per sentirsi meno soli e per essere meno severi con i nostri 🙂
    Un bacio e buon fine settimana 🙂

    Rispondi

  3. valentina*
    Feb 01, 2013 @ 14:31:58

    yes! 😀

    Rispondi

  4. Sara Salerno
    Feb 01, 2013 @ 19:51:53

    Io, voglio ri-nascere in Febbraio 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: