Chirurgia dell’anima

L’altro giorno tra un profluvio verbale e una lagna, ero giunta alla conclusione che il seme di quello che saremo è dentro di noi fin dalla nascita e che evolverà in una direzione o in un’altra, ma che comunque noi ci svilupperemo intorno a quello, in barba a tutte le teorie psicologiche.
Ma oggi mi chiedo come questa epifania dovrebbe aiutarci o consentitemi l’arroganza, aiutarmi.

Insomma, sono quel che sono nata per essere, assodato. Ma io non voglio essere questo. Io sono qui perchè voglio combiare me stessa e la mia vita. Quindi come dovrei fare? A meno che non esista una farina magica che ingerita in giuste proporzioni mi cambi o una forma di chiururgia in grado di riassemblare i connotatoi della nostra anima e della nostra mente e sì, diciamolo, anche del nostro cuore, temo sia impossibile.
Chissà se funzionerebbe una chirurgia per la nostra testa… è un’idea affascinante e spaventosa, tanto quanto le scuole di correzione per ragazzi complicati che tanto in voga andavano (vanno?) nella civilissima società del alto-borghese americana.

Comunque sarebbe più semplice e affascinante del doversi mettere sotto e farsi un culo così. Io guardo questi libroni che mi spiovano addosso e l’unica cosa che penso è che devo combatterli e vincerli per poter dare una scossa a tutto questo ammorbante schifo. Ma anche così, non credo cambierebbe molto, purtroppo. Io resterei io, con tutte le magagne pronte a riaffiorare a bloccarmi in ogni momento decisivo.

Lo so, non è bello da dire, e non è giusto nei confronti della me stessa che tanto ho fatto per costruire con tutte le sue pecche, ma mi devo cambiare. Un poco ma devo farlo.
Ciminciando dallo studio: Calipso si blocca e studia all’ultimo secondo rosicando quel che viene e accettandolo con la croce della sconfitta? Allora devo ribaltare questo vizio e renderlo virtù: ho dieci giorni per recuperare questi due esami, sono pochi giorni ma neanche è troppo tardi. Studiare come non fossi io, studiare come fossi una retta, perfetta, meravigliosa ragazza in corso e senza blocchi esistenziali perenni. Studiare come fossi ingamba, come avessi armi e bagagli per mangiarmi il mondo.
Dunque è questo che si vedrà nella mia stanza questo pomeriggio: io che divento un’altra, una in gamba, una che studia e che vince, una giusta.

Annunci

6 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. sarablogga
    Gen 31, 2013 @ 16:15:33

    Tu sei brava con la fantasia e l’immaginazione, se pensarti una forte e in gamba ti aiuta a studiare meglio, fallo! Abbina un po’ di organizzazione e ti accorgerai che non stai davvero cambiando, ma che tu sei così e puoi fare quello che vuoi!
    In bocca al lupo per gli esami!

    Rispondi

  2. Valentina Luberto
    Feb 01, 2013 @ 00:19:46

    Sei già giusta per come sei! Sei Tu e non c’è nessun’altra come te, parti da questo! Non è poco, sai? Essere unici non è una consolazione, ma una risorsa. Tutto quello che ti circonda può plasmarsi secondo l’impronta che tu vorrai dargli.
    La volontà c’entra poco, il tempo non esiste, esisti Tu con la tua storia e il tuo tempo, con il tuo tesoro e il mondo che lo aspetta. Ti aspetta. Non mancare all’appuntamento, perderesti davvero una delle più belle occasioni della tua vita 😉
    Un abbraccio forte 🙂

    Rispondi

  3. valentina*
    Feb 01, 2013 @ 00:21:02

    Quella sopra sono io 😀 non mi sono accorta di aver postato con l’account facebook 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: