Se io non sono io

“Manca un mese e poi ci vedremo”.
Quanto può essere gustosa, palpitante, esplosiva una frase del genere se a dirla è il ragazzo di cui sei irrazionalmente innamorata e che non hai mai ancora potuto incontrare?
Gustosa come una torta alla doppia panna, crema e caramello; palpitante come dopo una maratona di 50 kilometri; esplosiva come mille spettacoli pirotecnici concentrati in uno.
Per una persona normale e SANA. Quindi non per me.

Ieri sera Odisseo mi ha detto questa splendida, meravigliosa frase e invece di godermi questo momento così bello, questo regalo alla mia vita, considerata anche la penuria di questi momenti nel corso della mia storia, ho iniziato a sprofondare in un abisso di disperazione e insicurezza, che ha toccato il fondo nella notte insonne (alle ore 3 e 17 minuti, per gli amanti della precisione) quando ho dato ormai per certa e scontata la tragedia imminente.
Le cause che porteranno a questa sono, neanche a dirlo, sempre le stesse: sono inadeguata, mi blocco, sarò sicuramente una stupida cretina imbecille e lui, così meraviglioso e perfetto, non potrà amarmi perchè nessuno al mondo può amarmi, visto che finora è sempre stato così, e visto che non combino mai niente di buono.
E sono grassa. E come diavolo dovrei perdere almeno 15 chili in un mese? Ora, chiunque legga queste righe e non ha mai avuto a che fare con obesità o disturbi alimentari, non capirà una mazza. Quelli più superficiali potrebbero addirittura pensare che sia un problema estetico e che io mi affranga perchè non ho occasione di indossare una minigonna e fare la vamp. E credetimi, quanto vorrei che il problema fosse questo! Pure a costo di essere una di quelle cretine sempre alla ricerca della borsa griffata, sarebbe comunque meglio del vero problema.

A parte tutti i disagi estetici che l’esser cicciottelle comporta, e la discriminazione e la tristezza ecc…oltre quelli ce n’è uno fondamentale che si frappone tra me e questa speranza di un amore nella mia vita, tanto bella quanto lontana: l’incapacità di essere me stessa. Perder qualche chilo non vuol dire potersi mettere la minigonna, vuol dire avere la possibilità di essere.
Con Odisseo sono stata me stessa perchè mi sono celata dietro una foto sfocata, dietro uno schermo, dietro un cellulare. Dal vivo queste barriere non mi proteggeranno, io sarò nuda in tutta la mia inadeguatezza e non riuscirò a spiccicar parola. E’ così perchè mi è successo mille volte perciò mi rintano entro le mura di questa stupida stanza, perchè qui SONO. Sono io in tutte le mie sciocchezzuole e blablaate, ma sono io. Fuori di qui io non sono io, sono un essere esposto e indeciso, che parla di niente e che sembra scema. Certo che con quelle due anime al mondo con cui sto bene non è così. Ma mettetici tutta l’agitazione dell’incontro con Odisseo e saprete perchè sarà un disastro. E come posso piacergli così? E non fraintendetemi: io non vedo l’ora di vederlo, non vedo l’ora di parlargli dal vivo, non vedlo l’ora di baciarlo. Perchè anche se siamo ancora così limitati io provo qualcosa di grande comeil mondo per lui, qualsiasi cosa sia. Ma non sono in grado di essere, e questo ammazza qualsiasi desiderio di vivere.
Immagine

Perciò io non posso incontrarlo entro un mese, non posso non posso non posso! Non riesco. Ho bisogno di qualche girno in più che non cambierà niente ma fungerà da cuscinetto. Procrastinando l’incontro però, lui non vorrà più aspettarmi. E io lo perderò e mi dilanierò per non averci neanche provato.
Quindi me ne starò qui, senza far niente, aspettando che il mondo mi crolli addosso per la miliardesima volta.

Ammettere tutto questo non è facile. Quando ho aperto questo blog mi sono ripromessa di non celare niente, per sradicare qualsiasi nefandezza e provare a scioglierla. Ma questo non significa che io non mi vergogni di questi pensieri esposti, di ciò che comportano, di me stessa…

 

Annunci

13 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. alexiel80
    Gen 30, 2013 @ 12:59:08

    Allora, anche per esserci passata…:
    1. Lui NON è perfetto per quanto tu possa pensare il contrario e questo per una ragione molto semplice: è umano. Avrà i suoi difetti che potranno essere di sfumature di carattere, di atteggiamenti e quant’altro e che naturalmente tu ora non vedi o, nella migliore delle ipotesi, vedi ma bypassi allegramente
    2. Riguardo te credo, concedimi questo atto di presunzione, che il problema non sia strettamente legato al peso ma al coraggio di mostrarsi e questo rischia di nn variare insieme ai kg persi perchè è legato più alla paura di non essere accettati ma anzi rifiutati e questa convinzione ci piaccia o no è più nella nostra mente che non nella realtà. Quindi questo volerti mostrare deve nascere da te 😉 E se poi ti vuoi sentire più sicura ok, basta schifezze sul serio per tutto questo mese senza se, senza ma, nessuna concessione (si, sono abbastanza dispotica 🙂 ) sicuro non perderai 15 kg ma magari 4 si 😉

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Gen 30, 2013 @ 13:48:19

      Di sicuro farò di tutto per perdere qualche kilo questo mese e so che non è perfetto, intendevo perfetto per me, perfetto ciò che mi fa provare, perfetto come si pone con me e nei confronti delle mie limitatezze.
      Ho paura di mostrarmi? Sì, ho apura di non andare bene per lui? sì, perchè questo mi darene una bellla botta…
      Grazie per i consigli. Non c’è presunzione quando dai un tuo parere.

      Rispondi

  2. Martina
    Gen 30, 2013 @ 13:12:08

    hai il tempo per prenderti cura di te. In un mese perdere 15 chili non si deve, perchè perderesti muscolo e non grasso. Devi mangiare un po’ meno, magari basta ridurre le porzioni e limitare i dolci. Devi iniziare un percorso…E potrebbe essere un’occasione unica! Rischia, impegnati e abbi coraggio. Che sia un successo non é certo, ma potrebbe essere una svolta importantissima lo stesso. Non nasconderti!

    Rispondi

  3. valentina*
    Gen 30, 2013 @ 14:00:13

    Cara Calipso,
    ti capisco davvero tanto e proprio per questo ti dico che prima che sul tuo corpo devi lavorare su te stessa e sulla tua mente. Ricorda sempre le cose belle che sei, guardati allo specchio e non guardare i chili di troppo, ma le cose che fanno di te Calipso e nessun’altra. Solitamente, persone sensibili come te hanno occhi profondi e luminosi, un sorriso che stenta a venir fuori, ma quando succede è come una cascata di luce, insomma, guarda quello che di speciale sicuramente hai. Odisseo non sai ancora com’è, quello che di lui è così meraviglioso è quello che TU vedi di lui, ma per quanto affascinante sia quello che una persona trasmette virtualmente, tutto quello che è per davvero si riscontra frequentandosi quotidianamente. Se lui investe tanto tempo per parlare con te, significa che tu hai qualcosa che a lui pace già. Non tarparti le ali ancor prima di volare, ma buttati con coraggio. Solo provando a vivere ciò che ci piace si può arrivare a non aver rimpianti. Quindi, usa questo mese per abituarti dolcemente e progressivamente all’idea e poi via, vedrai che, comunque vada, non avrai nulla da rimproverarti 🙂
    Un abbraccio e tifo per te 😉

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Gen 30, 2013 @ 14:04:33

      Le tue sono parole bellissime e ti ringrazio. Proprio il fatto che provo così grandi per lui nonostante non siamo ancora una coppia e chissà se lo saremo, nonostante sia tt molto platonico mi spaventa: a volte ho l’impressione di stribnere aria, altre sono così certa della particolarità della nostra storia che non ho paura di niente. Cmq conto di raccontarla sul blog un giorno do questi, chissà che non capisca qualcosa che mi sfugge scrivendola…

      Rispondi

  4. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Gen 30, 2013 @ 14:06:43

    Ma, tesoro non devi nasconderti… Lui, e’ imperfetto come tutti…
    Devi solo trovare fiducia… Elimina qualche dolcetto, e, se riesci perché
    Non fai un po’
    Di palestra?
    Baci

    Rispondi

  5. grimilde79
    Gen 31, 2013 @ 05:40:43

    Appena festeggiato 10 anni da quell’Incontro col Destino, come lo chiamava il mio compagno.
    10 anni dal giorno in cui quelle paure mi dilaniavano. 10 anni dal giorno in cui ho fatto di tutto per allontanarlo da me.

    10 anni. E due figli insieme.

    Ora, non posso sapere il tuo futuro… ma è solo per dirti di lasciarti andare, tu sei speciale come sei, altrimenti non starebbe aspettando di incontrare proprio te 😉

    Rispondi

  6. sarablogga
    Gen 31, 2013 @ 16:20:53

    Ho trovato questo post molto romantico e tenero.
    Mi verrebbe da dirti di non pensare al peso, di non pensare che lui sia così perfetto perchè perfetto non sarà, di buttarti o anzi no, di non incontrarlo per non perdere tutte queste sensazioni adolescenziali…ecc ecc…
    Ma so come sono le emozioni che stai provando, le ho provate anch’io in passato e questa è la “fase” + bella e da farfalle.
    Sono curiosa di sapere cosa deciderai di fare!
    E sono anche curiosa di sapere un po’ di più su questo Odisseo!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: