L’abisso tra il colore e il bianco e nero

Il pail dai colori vivaci compensava il bianco e nero della ragazza, avvolgendola come in un bozzolo impressionista. O era un sudario futurista?
No, non era un sudario. Non era morta, non ancora, perchè quando il cellulare smise di gracchiare e attese, speranzoso e silenzioso, una risposta, la ragazza rantolò un “Mmh mmh” di diplomatico assenso. Era rivolto più al soffitto che al cellulare, ma siccome la voce non poteva vederla, riprese soddisfatta il suo gracchìo: “…gracchi gracchi gracchi e tua mamma mi ha detto che stai sempre chiusa e non combini mai niente, quindi ti ho chiamata perchè gracchi gracchi gracchi…”.
“Mmh mmh” annuì la ragazza al soffitto e si chiese come potesse farle così male la mano, stringendo solo del morbido pail. Staccò gli occhi dal soffitto, che tanto il soffitto non poteva vederla, e guardò le dita danzare fameliche sui colori per non lasciarli scappare via.

Tua madre ha detto che non combini mai niente” sentiva la ragazza, al posto dei gracchii.
Allora posò il cellulare, che tanto la voce non peteva vederla, afferrò On writing di Stephen King e rilesse quelle righe: “Il suo sostegno fu costante, una delle poche cose buone che posso considerare gratuite …Scrivere è un’occupazione solitaria. Avere qualcuno che crede in te fa una grande differenza”.

La ragazza pensò all’abisso che separava “Tua madre ha detto che non combini mai niente” da “Il suo sostegno fu costante, una delle poche cose buone che posso considerare gratuite …Scrivere è un’occupazione solitaria. Avere qualcuno che crede in te fa una grande differenza”, e lasciò scivolare Stephen King nell’abisso, per vedere quanto questo fosse profondo. “Tanto quanto i colori sono lontani dal bianco e nero” constatò, mentre la voce gracchiava ancora, ma siccome quella non poteva vederla, la ragazza disse solo: “Mmh mhh”.
Immagine

Annunci

16 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. sarablogga
    Gen 28, 2013 @ 13:26:12

    M capita sempre più spesso, soprattutto in questo periodo, di sentirmi inadeguata per mia madre. Mi sembra di essere inutile, di non essere in grado di prendere decisioni e di fare scelte. Non è un bel periodo. Però ogni tanto mi fermo e cerco di pensare che mia madre è una persona, proprio come me, che anche lei ha fatto i suoi errori e che quello che dice potrebbe anche essere sbagliato. Capita spesso di venerare o comunque anche solo rispettare molto i nostri genitori, perché, ad esempio nel caso di mia madre, si sono ritrovate sole nella vita a dover porta tutto avanti, farsi il culo, lavorare ecc ecc… Io ammiro mia madre, ha spesso ragione, ma non sempre. Anche le mamme sbagliano, sono umane, sono persone, non sono solo “mamme”.
    Queste frasi fanno male, lo so, ma loro cosa sanno? Sanno che stai male?

    Rispondi

  2. Sara Salerno
    Gen 28, 2013 @ 14:19:06

    La vita è come una scacchiera dove troveremo sempre il bianco e il nero. E senza il bianco nn c’è il nero e senza il nero nn ci può essere il bianco. La vera arte sta nel camminare nella sottile linea grigia ! 😉

    Rispondi

  3. © Vera Marte
    Gen 28, 2013 @ 15:05:41

    Non ci credo!!! O_O
    La stessa citazione di King che io metto dappertutto…

    Rispondi

  4. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Gen 28, 2013 @ 15:51:54

    Tesoro… la frase di King è molto significativa…
    però viene annientanta dall’altra frase…
    magari, la tua mamma non sa come farti reagire e dice così…
    certo, in modo sbagliato. Una mamma, dovrebbe incoraggiare la figlia…
    una mamma, dovrebbe esaltarne le qualità…
    e, forse tua mamma non è in grado di fare questo… e, di certo ti demoralizza…
    ma, tu provale il contrario… falle vedere quanto vali…
    cerca, dei ritagli di tempo dda passare con lei… fare qualcosa che piace ad entrambe… potrebbe aiutare a far rinascere un rapporto diverso fra voi 2….
    sono le piccole cose che uniscono le persone.
    Un bacio

    Rispondi

  5. valentina*
    Gen 28, 2013 @ 19:32:02

    Resisti, prima o poi i tuoi sogni saranno realtà e gliela farai vedere 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: