L’estrazione dell’anti-vita

Le cose di cui ho paura si sprecano.
Eppure non può essere una giustificazione a una vita ferma da 10 anni.
Perchè mi guardo intorno e vedo gente gente e gente che fa e fa e fa e fa e fare = vivere.
Come posso sbloccarmi e conoscermi se non riesco a capire dov’è lo scoglio da superare?
Be’, avrei iniziato a scrivere questo blog per capirlo in teoria, ma oggi ne abbiamo 23 e non sono ancora riuscita a capire una beneamata mazza.
Anche ora, io cerco di visualizzare il problema ma questo si sfalda in mille e mille problemi e angosce e non riesco a coglierlo e definirlo del tutto.
Ma devo pur partire da qualche parte, e allora, oltre alla dieta che spero finalmente di essere riuscita a cominciare, stilerò una classifica di problemi che dovrebbero stare alla base dei miei blocchi, della mia anti-vita, e proverò a inventarmi qualcosa un po’ tutti i giorni del 2013, per risolverli, passo per passo.
Anzi, come faccio a risolverli tutti insieme che non riesco a visualizzarli tutti insieme?!
No, non funziona mai mettere troppa carne al fuoco, soprattutto con me, devo sceglierne uno, a caso, e iniziare da quello, concentrarmi su quello e rosicchiarlo piano piano.  Dunque.

LISTA DEI MIEI ANTI-VITA

  1. Mi sento inadeguata al mondo e alle persone;
  2. Ho continui sensi di colpa per quello che sono;
  3. Ho continui sensi di colpa per quello che sono stata;
  4. Ho continui sensi di colpa per quello che non sono;
  5. Mi blocco spesso nelle situazioni e sparo cazzate che non sono inerenti alla mia persona;
  6. Quando sono particolarmente a disagio sto zitta e risulto strana;
  7. Non riesco a essere sempre me stessa perchè sono spesso stata percepita come fuori luogo e sbagliata;
  8. Penso sia ridicolo e sbagliato qualcisasi cosa dico (se non con quelle due persone con cui sto bene);
  9. Non sono in grado di essere amata;
  10. Sono inetta e non so fare niente;
  11. Non sono in grado di costruirmi una vita perchè non ho basi da cui partire;
  12. Il fatto che tutti mi giudichino mi sparlino dietro e mi considerino un’inetta mi impedisce di esser serena;
  13. Mangio complulsivamente quando ogni qualvolta mi succeda qualcosa di brutto o cado in depressione;
  14. Mi girano in testa le parole di persne che mi hannod etto che sono sbagliata o “una morta vivente”.

    Basta.
    Insomma potrei andare avanti e continuare, ma che senso ha?
    Se riesco ad affrontare anche solo uno di questi punti è grasso che cola.
    Come lo scelgo? Uno vale l’altro…
    Ok… li scriverò su pezzetti di carta e li metterò in un cappello per estrarne un’anti-vita alla volta. Ciò che uscirà sarà il primo problema da risolvere del 2013.
    Come farò a risolverlo è un altro paio di maniche…

Immagine

Annunci

12 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Gen 23, 2013 @ 10:36:38

    Sinceramente, dovresti trovare dei lati positivi…
    forse questo ti aiuterebbe … trovare, i problemi di certo è buono… perchè magari sei consapevole di quello che non va, ma il non sapere come risolverli non aiuta.
    Certe persone… hanno solo bisogno d’amore… e, tutto il resto passa in secondo piano.
    In questa vita è semplice vedere le cose negative… e, non puntiamo mai alle cose positive che abbiamo… quelle piccole potenzialità che dobbiamo sfruttare sempre per essere diversi dalla massa…
    Magari, credi che in questo momento nessuno ti ami… o non pensi a te… ma, qualcuno c’è e sicuramente ti aiuterà a passare questo periodo.
    NOn ti conosco… quindi, non saprei nemmeno come e cosa dirti… ma, di certo tu hai bisogno solo di fiducia in te stessa ed amore.
    Io, posso dirti che l’amore umano è inefficace… infallibile quindi… non affidarti troppo a persone o amiche…
    Io, grazie a Dio, ho fiducia in Lui che so non mi lascerà mai… e, questo puoi averlo anche tu… Anche quando sono giù… so, a chi posso raccontare i miei problemi sapendo che Lui è l’unico che può capire in ogni momento le mie parole… anche quelle non dette.
    Ti mando un forte abbraccio… con la speranza che trovi la via che ti porti alla felicità.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Gen 23, 2013 @ 11:09:49

      Purtroppo non so amarmi, non me lo hanno insegnato. Ma proverò ad aggiungerlo alla lista. Per “Lui” intendi Dio? Immagino che sia findamentale troare un equilibrio per vivere e ognuno deve trovare il suo modo di star bene. Sei fortunata ad averlo trovato. Secobndo me ti conosci, hai impèarato a conoscerti e sai come star bene. A me manca questo tassello.
      Un abbraccio anche a te e grazie per le tue parole.

      Rispondi

      • ゚・❤ EleOnora ❤・゚
        Gen 23, 2013 @ 11:52:29

        Si, intendo Dio… per me LUi è il mio migliore amico… Padre … Colui che non mi lascerà mai.
        Beh, c’è sempre tempo per imparare ad amarsi… giusto?
        iniziando a lasciar perdere chi non ci apprezza e non ci valuta per quello ceh veramente siamo.
        Pensa, io in questo momento sono una qualunque passata nella tua vita… eppure, penso che tu sia molto più grande di queste paure… io, penso che tu con le giuste parole puoi trovare la forza…
        Io, non vedo una ragazza che non vale nulla… vedo solo una ragazza che sta manifestando bisogno… un bisogno forte di esistere…
        purtroppo, nella nostra vita manca l’amore… amore verso tutti…
        Spesso, ci sentiamo inadatti solo perchè vogliamo amarci ed essere amate…
        Scusami, per quanto mi sono permessa di dirti…

      • Calipso la Liberidea
        Gen 23, 2013 @ 11:56:32

        Io ho tanto da imparare, soprattutto su me stessa. Però voglio imparare e questo blog ha questo obiettivo tra le altre cose.
        A me fa paicere che tu mi scriva queste cose, perchè vuol dire che qualcosa ho trasmesso e perchè sono qui per imparare. Da chi ha capito qualcosa in + di me.

      • ゚・❤ EleOnora ❤・゚
        Gen 23, 2013 @ 14:39:46

        tutti abbiamo bisogno d’imparare qualcosa.
        Tu da me, io da te… tutti…
        L’importante è chi vuole “insegnare” ( secondo me ) lo fa con umiltà e senza sminuire l’altro.
        L’essere umano ha bisogno di essere soddisfatto e gratificato…

  2. sarablogga
    Gen 23, 2013 @ 17:16:06

    Cara Calipso, quando parlavo di liste, immaginavo qualcosa di più pratico! Scherzi a parte, anche questa lista può in effetti aiutarti ad avere tutto sotto gli occhi e a “vedere” contro cosa devi combattere. Ma alla base di tutto ciò che hai scritto io leggo una cosa sola che accomuna tutto: non hai abbastanza fiducia in te stessa e l’autostima è sotto le scarpe.
    Anche secondo me la positività può fare tanto in queste situazioni di smarrimento e confusione, ma so che non è una cosa che viene così naturale, ci vuole un po’ di allenamento anche per essere positivi.
    Scusa se mi permetto, ma non hai mai pensato di parlare con qualcuno, a 4occhi, intendo? Uno psicologo, una cara amica, qualcuno di cui ti fidi? Parlare aiuta tanto ed è uno scoglio anch’esso, ma ti assicuro che aiuta.
    A me succede lo stesso, non capisco dove sbaglio, perchè non ho determinati comportamenti che mi aiuterebbero ad affrontare meglio certe situazioni e ci sbatto la testa. Io sono stata aiutata da una psicologa, e devo dire che le chiacchierate con lei, che è un’estranea, mi hanno fatto aprire gli occhi su tante cose. Ovviamente ora non sono “guarita” però faccio meno fatica a riconoscere certe emozioni, a gestirle, a capire… Ci vuole del tempo ma il confronto è davvero una mano santa. Pensaci.
    E non darti addosso, non è colpevolizzandoti che risolverai le cose.
    Ti abbraccio forte!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Gen 23, 2013 @ 17:37:45

      Ho già parlato con una psicologa ma non è servit a molto dopo 4 sedute non sono + riuscita ad andare. Mi rendo conto che la csa può cambiare da situazine a situazione e da psicologo a psicologo,. quindi forse sìdovrei ripreovarci ma finchè srto bloccata qui non posso (devo laurearmi e scappare). Hai ragione, parlare con qualcuno con cui stai bene e ti fidi è importante e aiuta moltissimo, io parlo spesso con unamia amica e lei è uno delle poche con cui non ho problemi a parlare di tutto e mi aiuta molto, ma cmq riuscire a sbloccarmi del tutto è difficile perchè sono problemi tropporadicati io possoa che decidere di risolverli ma solo sono demoni che hanno vita propria e spesso hanno il sopravvento.
      Quindi qlc devo fare comincio così- Ma non funzionerà, èl’ennesimo tentativo a vuoto. Come fai ad avere fiducia in te e ad amati? Io non lo so come si fa e non sono retorica, davvero non lo so.
      Grazie per le tue parole, sei sempre gentile e molto empatica.
      Ricambio l’abbraccio

      Rispondi

  3. grimilde79
    Gen 24, 2013 @ 11:06:10

    Quello che emerge, ai miei occhi, dalle tue parole è il peso notevole che “gli altri” hanno nei tuoi problemi. Il giudizio degli altri, le parole degli altri, il sentirti inadeguata per gli altri.

    Per me è questo il punto su cui lavorare: inizia a circondarti di “altri” disposti ad amarti per quella che sei. Ci sono. E smettila di voler rispettare le aspettative DEGLi ALTRI, inizia a rispettare te stessa!

    Rispondi

  4. © Vera Marte
    Gen 24, 2013 @ 17:52:19

    Ho scoperto di recente di essere diventata una sorta di “guru” per alcune bloggers, cosa che mi risulta inspiegabile, ma sembra sia per la mia tenacia nel voler migliorare la mia schifida vita (di cui nessuno sa nulla perché è rimasta blindata nel blog precedente). Non so se queste persone abbiano ragione o meno, in ogni caso ci sono sempre per due chiacchiere. 😉
    Per quanto riguarda questo post nello specifico, mi aggrego a grimilde79.
    Buona serata!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Gen 24, 2013 @ 18:10:39

      Veramente mi sono imbattuta nel tuo blog qualche ora e ho cominciato a leggere post dopo post e può semprarti strano, mi ruitrovo un sacco in quel che dici Certo tu lavori quindi immagino tu abbia una vita più piena e retta della mia, ma per molte altre cose mi ritrovo nelle tue parole ed è un piacere leggerti. Quindi accetto la tua proposta e rilancio magari col tempo ci consoceremo meglio. Ma non ho ancora trovato un tuo post che mi dica tipo quanti anni hai, se vivi sola, cosa fai, se studi… continuo a leggere che magari li scopro. A presto

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: