Un cuore slavato

C’era una ragazza che vestiva di notte in un mondo in cui erano richiesti vestiti di giorno e atteggiamenti solari. Questa ragazza stentava a capire perchè fosse nata per indossare vestiti notturni, e soprattutto perchè non fossero degni di quelli solari, dopotutto il mondo non ha bisogno sia del giorno che della notte? Spesso passava ore a guardare dentro se stessa per capire da dove potesse venire tutta quella notte e se fosse giustificabile o meno, perchè a lei non sembrava così brutta: “Nella notte puoi vedere le stelle, tutta quella luce accecante del sole le assorbe le stelle, le cancella, impedisce loro di brillare e sono tanto, tanto belle quando brillano le stelle, più del sole!”, si ripeteva e lo diceva anche agli altri. Ma queste parole lasciavano allibiti gli altri, come fossero un sacrilegio fatto al mondo e un insulto a loro stessi. Così la ragazza iniziò a guardare la sua notte con inquietudine crescente, ora vedeva l’errore nel palpitare delle stelle, nella bellezza della luna. Siccome una pelle di luna, non può vestire di sole senza scottarsi, la ragazza passava il tempo a nascondersi dai giorni e usciva solo quando questi erano ammantati dall’argento dell’inverno o dal bronzo dell’autunno, così familiare ai suoi occhi, abituati a notti ambrate e lunari.

Immagine

Ma un giorno i solari la videro e la portarono al riparo perchè un tale scempio non poteva più essere tollerato nella loro retta comunità e cercarono di convincere la ragazza ad abbandonare i sogni di notti e di stelle e ad accettare l’unica vera fede tollerabile, quella dei giorni in sole.
Ma la ragazza sapeva che non era possibile perchè ci aveva provato e disse loro che non poteva essere quel che non era nata per essere. Ma loro erano solari e i solari tutto possono, così dissero alla ragazza che un modo c’era, era l’unico e indispensabile per abolire tale scempio: dovevano epurare il suo cuore di ogni ombra e stella che serbava dentro.

La ragazza si spaventò e cercò di scappare, ma loro erano tanti e cosa può una piccola ombra notturna, sola, contro tanti raggi di sole? Allora la catturarono e tra un’omelia di grazia e una predica di perdono, le serrarono i polsi, le squarciarono il petto e lavarono a fondo il suo cuore, per purificarlo completamente da tutto quell’errore che era stata, da tutta quella notte con cui viaggiava, da tutte quelle stelle che conteneva.

Fine

“Ho sognato che mi lavavano il cuore”Calipso la Liberidea

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. sarablogga
    Gen 18, 2013 @ 11:23:38

    Sole… Luna… Giorno… Notte… E se fossi cielo? Essere sè stessi è la cosa più difficile ed importante da fare.

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Gen 18, 2013 @ 11:42:25

      … e io non ho ancora imparato. E si vede mi sa. Ho fatto questo sogo assurdo in cui mi lavavano il cuore e c’ho ricavato sta storia,almeno scrivo :p

      Rispondi

      • sarablogga
        Gen 18, 2013 @ 14:21:43

        Mi sa che nessuno di noi è veramente sè stesso… tranquilla, sei in buona compagnia, anche mia ad esempio!
        … e semai…. meno peperonata prima di andare a dormire!
        Anche se ti dirò, ho trovato molto poetico il “lavaggio del cuore”!

      • Calipso la Liberidea
        Gen 18, 2013 @ 14:26:17

        E be’ faccio sogni poetici io eh 😛 che mi fanno svegliare alle 5 e non chiudere occhio, perfetti con il contest di tempeste che imperversava fuori, devo rivalutarli 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: