Come faccio a vivere?

Ieri ho ceduto e ho mangiato parecchio. Non riesco proprio a ignorare  la eco del mio stomaco. Non mi sono abbuffata e questa è già una grande conquista perchè in questi giorni il desiderio di farlo è pressante e perenne. Ma ho mangiato di continuo crackers, formaggio light, bastoncini alle verdure al forno, fette biscottate… Quindi di ieri non posso salvare nulla, il fatto che non mi sono abbuffata mangiando comunque? E’ poco per essere salvato anche per un ottimista indefesso.
Non va bene. Avevo ripromesso a me stessa di non buttare più giorni della mia vita al vento, di salvare sempre qualcosa. Invece, come al solito, ho infranto la promessa già nei primi 15 giorni del 2013.

Quindi? Quindi devo cominciare d’accapo, oggi, il 17 Gennaio. Il 17 è un bel numero mi è sempre piaciuto, prendiamolo come un buon segno, che di buoni segni non se ne hanno mai troppi. Come ricomincio? Impegnandomi.
Le cose da fare non mi mancano e vista la rapsodia della Calipso Nera di questi gionri, sono rimasta fin troppo tempo in stand by. Devo scrivere due recensioni, devo provvedere a due diversi tipi di burocrazia, rimediare a un paio di guai che ho fatto, studiare per un concorso statale e riprendere la tesi. Tanti auguri a me.
Il mio problema è che quando sono in queste fasi negative, qualsiasi di queste attività mi fa venire l’ansia, nei casi peggiori incorro in veri e propri attacchi di panico: mi manca il respiro, le labbra diventano viola, le pareti mi comprimono, le voci dei miei mille demoni mi squarciano i timpani e la pelle senza che io possa far nulla se non smettere immediatamente di scrivere o studiare e distrarre la mia mente. E così fallisco. Di continuo.

Come faccio a riprendere e agire? Non lo so. Non ne ho idea. Sono qui, chiusa nelle solite, 4 autunnali mura della mia camera, con una candela dall’afrore di limone e zenzero accesa a illuminare la scrivania e renderla più simile a uno scrittoio rinascimentale, oh… una fa di tutto per trovare l’ispirazione! Ma non la trovo, sono qui sola e cerco di contenere l’affanno e l’ansia per tutto quello che non sarò mai e non so che fare per riuscire a studiare e a scrivere. Continuo a scrivere qui sul blog, nella speranza che una soluzione mi si presenti lampante d’innanzi, o mi venga suggerita. Un’appoggio, una pacca, un sorriso. E continuo a non sapere come fare ad agire e a vivere.

Non lo so, non lo so, non lo so, non lo so. Voglio abbuffarmi per poter rimandare tutto. Voglio abbuffarmi e non pensare. Come fare il resto, non lo so.

Non lo so, non lo so, non lo so.

Immagine

Annunci

6 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. sarablogga
    Gen 17, 2013 @ 15:07:17

    OK, non perdiamo la calma, fai un bel respiro!
    Io a volte faccio così quando ho mille pensieri e mille cose da fare.
    Li scrivo su un foglio, magari in ordine non tanto di importanza ma di tempo: le cose che posso fare entro il giorno, quelle entro la settimana, il mese ecc ecc.
    Poi mi concentro sulla prima della lista e la faccio e quando è finita, tiro una bella riga rossa sulla lista.
    Non è una cosa scontata da fare, ci vuole un po’ di allenamento. Ma vedere le righe rosse che aumentano aiuta!
    Non affollare la testa, il segreto è una cosa alla volta.
    Respira e ce la farai!
    ps: e il problema non è l’eco dello stomaco, ma le voci della testa…

    … e se hai bisogno, scrivi!

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Gen 17, 2013 @ 15:41:59

      In realtà io faccio spesso delle liste per decidere qualcosa, una lista dei pro e dei contro, ma finora non ho mai fatto una lista delle cose da fare… Ok ci provo, grazie mille per l’idea e il sostegno. Sto aggrappata alla scrivania, impegnata tutta nel tentativo di non abbuffarmi. E’ una cosa asfissiante e non è lo stomaco, ho pranzato da poco, hai ragione, è decisamente la testa.
      Ti ringrazio davvero tanto per questo messaggio, ora cerco di alleggerire il carico con la lista.
      Tu stai meglio dopo il tuo cedimento di ieri? Sai dovresti quantomeno star serena quando ti succede, tanto poi ti danni lo stesso quindi goderti quel piccolo momento doi debolezza, altrimenti star sempre male è tosta…

      Rispondi

      • sarablogga
        Gen 17, 2013 @ 16:46:07

        … e se proprio non riesci a resistere esci di casa! Un po’ di musica nelle orecchie e una passeggiata!
        Tieni duro!

      • Calipso la Liberidea
        Gen 17, 2013 @ 16:59:54

        Non posso uscire perchè diluvia ma da domani mi sa che dovrò farlo stare dentro è un disastro. Spero di limitare i danni, ti farò sapere. un bacio

  2. alexiel80
    Gen 18, 2013 @ 00:47:14

    trova un’alternativa, esci come ti hanno detto oppure impegnati in qualcosa che richieda tempo, quanto alle cose da fare prendi e comincia da una, finito passa all’altra, un passo alla volta

    Rispondi

    • Calipso la Liberidea
      Gen 18, 2013 @ 09:34:52

      Credo che farò così oggi. Seguirò i vosti consigli: farò una lista, farò una cosa alla volta e non penserò a niente se non a quello che sto facendo. Da qualche parte devo pure iniziare. E anche tu alexiel! Anche se non ha funzionato in passato questa tecnica, riprovaci…

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 107 follower

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Biobioncino's Blog

Andare avanti nella propria quieta disperazione

Musa Di Vetro

Quel luogo è sempre da un'altra parte

Bisogna prendere le distanze...

4 dentisti su 5 raccomandano questo sito WordPress.com

Francesco Nigri

Passionate Life and Love

i discutibili

perpetual beta

VAstreetFrames

Street photography and portraits

Gianvito Scaringi

Idee, opinioni, reblog e pensieri spontanei

silvianerixausa.wordpress.com/

Silvia Neri Contemporary Art's Blog

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

Personaggio in cerca d'Autore

Un semplice spazio creativo.

LES HAUTS DE HURLE VALENCE

IL N'Y A PAS PLUS SOURD QUE CELUI QUI NE VEUT PAS ENTENDRE

Kolima - Laboratorio di tatuaggio siberiano

Un corpo tatuato è un libro misterioso che pochi sanno leggere

Menomalechenonsonounamucca

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

ial.

Just another WordPress.com site

The Well-Travelled Postcard

A travel blog for anyone with a passion for travelling, living, studying or working abroad.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: